Miyazaki contro le caricature di Charlie Hebdo

Hayao Miyazaki, regista di film d’animazione dello Studio Ghibli come La città incantata, La principessa Mononoke e Si alza il vento, ha rilasciato delle dichiarazioni riguardo l’attentato terroristico dello scorso 7 gennaio al settimanale satirico Charlie Hebdo.

Intervistato da un programma radiofonico giapponese, secondo quanto riportato dalla traduzione del portale americano Kotaku, Miyazaki ha detto: «Secondo me, penso sia un errore fare caricature sulle credenze delle altre culture. Sarebbe una buona idea smettere di farlo». Il commento è riferito ai sentimenti delle persone conseguenti all’attentato, che hanno eletto a simbolo Charlie Hebdo, un magazine che comunque pubblica materiale offensivo. Per Miyazaki, infatti, chi fa satira dovrebbe guardare di più a quello che succede nel proprio paese: «Prima di tutto, la satira dovrebbe essere fatta verso i politici del proprio paese; Sembrerebbe sospetto prendersela con i leader di altre nazioni».

Già in passato il regista aveva espresso i suoi principi morali e politici: nel 2003 si era rifiutato di ritirare di persona l’Oscar per la Migliore Animazione a causa del coinvolgimento degli USA nella guerra in Iraq.

Leggi anche: Un video che mostra Miyazaki animare la sua ultima sequenza

academy-award-nominee-hayao-miyazaki
Hayao Miyazaki