News Persepolis e Saga tra i libri più censurati nelle biblioteche americane

Persepolis e Saga tra i libri più censurati nelle biblioteche americane

L’American Library Association, l’associazione delle biblioteche statunitensi, ha di recente resa nota la lista aggiornata dei libri – solitamente indirizzati a bambini e ragazzi – più contestati e banditi nel corso dell’anno precedente all’interno degli istituti pubblici, e in tale elenco sono presenti ben tre fumetti: Persepolis di Marjane Satrapi, per il suo linguaggio offensivo e le opinioni politiche che diffonde; Saga di Brian K. Vaughan e Fiona Staples, perché presenta nudità, linguaggio offensivo, scene sessualmente esplicite  e posizioni contro la famiglia; Drama di Raina Telgemaier, per i suoi contenuti sessualmente espliciti.

Di seguito, la lista completa dei 10 libri più censurati.

  1. Diario assolutamente sincero di un indiano part-time di Sherman Alexie
  2. Persepolis di Marjane Satrapi
  3. And Tango Makes Three di Justin Richardson e Peter Parnell
  4. L’occhio più azzurro di Toni Morrison
  5. It’s Perfectly Normal di Robie Harris
  6. Saga di Brian Vaughan e Fiona Staples
  7. Il cacciatore di aquiloni di Khaled Hosseini
  8. Ragazzo da parete di Stephen Chbosky
  9. A Stolen Life di Jaycee Dugard
  10. Drama di Raina Telgemeier

persepolis

Seguici sui social

53,783FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
19,143FollowerSegui

Ultimi articoli

black widow marvel

Le nuove serie a fumetti annunciate da Marvel per aprile 2020

Marvel Comics ha presentato alcune nuove serie che esordiranno negli Stati Uniti ad aprile 2020, dedicate a personaggi come Vedova Nera e Punisher.
mandalorian star wars

La data di esordio in Italia di Disney+ è stata anticipata

Walt Disney ha anticipato di una settimana l'esordio in alcuni paesi europei - tra cui l'Italia - di Disney+, la sua nuova piattaforma di streaming.
clan poe moto hagio

“Il clan dei Poe”, il gotico in rosa di Moto Hagio

Il clan dei Poe è di Moto Hagio racconta passioni e tormenti giovanili sullo sfondo di un'Europa fittizzia tra il XVIII e il XX secolo.