Rubriche Lo scaffale di... Lo scaffale di Michele Benevento

Lo scaffale di Michele Benevento

Per la rubrica Lo scaffale di…, a presentarci le sue letture più recenti, questa settimana ospitiamo Michele Benevento, disegnatore bonelliano che di recente ha co-creato la serie Lukas insieme a Michele Medda, ideando l’aspetto del personaggio e disegnandone alcuni episodi. Il primo episodio della seconda stagione, Lukas Reborn, con i disegni proprio di Benevento, è ancora in edicola.

Rapporto sui ciechi, di Ernesto Sàbato e Alberto Breccia (Comma22)

rapportosuiciechi

Incontro felicissimo tra due grandi della letteratura, quella disegnata e quella scritta. Un adattamento difficile  e controverso per l’uno quanto per l’altro. Breccia riconduce alla sfera del visibile il mondo invisibile della paranoia del protagonista, ossessionato dai ciechi che crede affiliati a una setta oscura e misteriosa. Ultimo “grande” fumetto di Breccia, che anche a fine carriera non rinuncia a sperimentare, a superare se stesso, a cambiare per l’ennesima volta pelle, portando alle estreme conseguenze il suo ragionamento sul segno e sul disegno, attraverso la caoiticità del collage e il controllo ormai assoluto della scala tonale. Monumento.

Devilman, di Go Nagai (J-Pop)

devilman1

Ho riscoperto Devilman solo di recente, rimanendo stupito della capacità di Nagai di tirarti “dentro” la storia nell’arco di poche pagine. Feroce e violento il tratto, come feroci e violenti possono essere solo dei demoni invasori e assassini. Il Segno primitivo e gestuale del maestro giapponese ti conduce nei meandri della natura demoniaca, in realtà tutta umana, costruendo infine, in soli 5 volumi, un affresco dolente e tragico dell’umanità. Indagine profonda, la sua, sui sentimenti, le paure, le ipocrisie.

Last Man, di Balak, Michaël Sanlaville e Bastien Vivès (Bao Publishing)

last man vives bao

Appetitoso manga in salsa francese. Tanto si è detto su questo fumetto, fuoriuscito  dalla mente di tre folli geniacci. Potrei elencare pregi e difetti, sbrodolare in considerazioni sulla dinamicità del segno e della narrazione. Mi limiterò a dire che è una delle serie più divertenti in giro. E  poi, come dice Vivès  nell’intervista finale, «Mi piacciono le tette grosse». E a chi non piacciono…

Super Monsieur Fruit, di Nicolas de Crécy (Seuil)

supermonsieurfruit

Venghino siori, venghino a conoscere le avventure del grassottello Clarque Quinte, giornalista di giorno e supereroe all’ora di pranzo. Deciso a mantenere la pace sulla città di New York-sur-Loire, veste il suo costume per combattere il crimine. Onnipotente e Ventripotente, Cosa vuol dire? Bisogna raggiungere l’autobus per scoprirlo… ouf ouf ouf ouf…

Lucky Luke, di René Goscinny e Morris (RCS)

luckyluke1

Ristampato da RCS, Lucky Luke è tornato recentemente nelle edicole italiane. Mi sono reso conto di quanto tempo fosse passato da quando leggevo saltuariamente le sue avventure sul Giornalino (eoni fa), e ho assecondato la nostalgia che, una distratta sfogliata, ha risvegliato in questo vecchio cuore arido e ignorante. Per ritrovarmi “schiaffeggiato” dalla sferzante ironia e dall’intelligente umorismo di Goscinny, “rapitissimo” dalla maestria della tecnica impeccabile di Morris. Quei cavalli, ragazzi! E i treni; e le rocce. Wow!

Seguici sui social

53,377FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
18,971FollowerSegui

Ultimi articoli

fumetti musei coconino mistero beni culturali

I nuovi 29 albi di “Fumetti nei musei”

Il progetto Fumetti nei musei continua e si amplia con altri 29 albi annunciati oggi, durante l'inaugurazione di una mostra dedicata all'iniziativa.

Gli anime distribuiti da Nexo che vedremo al cinema nel 2020

Il distributore Nexo Digital ha comunicato quali saranno gli anime che la società ha in programma di far uscire nei cinema italiani nel corso del 2020.
copertina celestia manuele fior

I 10 migliori graphic novel italiani del 2019

Dopo classici e serie, le nostre selezioni del meglio pubblicato nel 2019 si concentrano sui graphic novel di autori italiani.