Focus Guida al binge-reading degli X-Men di Grant Morrison

Guida al binge-reading degli X-Men di Grant Morrison

Dopo avervi accompagnato alla scoperta delle storie di Daredevil scritte da Mark Waid, questa volta è il turno di Grant Morrison e del suo fondamentale ciclo di storie degli X-Men scritte fra il 2001 e il 2004.

newxmenmorrison

Numero di albi: 41 (New X-Men #114-154; New X-Men Annual #1)

In Italia: Marvel Omnibus New X-Men by Grant Morrison (Panini Comics)

Tempo richiesto: Due o tre pomeriggi di lettura intensi, oppure una settimana se ve la prendete comoda.

Miglior personaggio da seguire: Emma Frost, senza se e senza ma. Dopo averla inserita come elemento di rottura all’interno di un ristretto gruppo di X-Men classici (Wolverine, Bestia, Fenice, Ciclope e il Professor X), Morrison compie un lavoro di indagine psicologica accurato. Dietro all’apparenza di algida stronza, si nasconde una personalità complessa: il desiderio di essere un riferimento per i suoi studenti, il complesso di inferiorità verso Jean Grey, la necessità di redenzione e soprattutto il vero amore per Ciclope.

emmafrostmorrison2

Albi/Saghe che potete saltare: Assalto ad Arma Plus  – Il discorso è il solito: in un ciclo di storie come quello di Morrison sugli X-Men, una sezione del genere dovrebbe rimanere vuota. Se proprio bisogna sceglierne una, allora sia Assalto ad Arma Plus.

Nonostante sia una saga piena di spunti interessanti e bizzarri (la X di Arma X sta per ‘decimo’, il Bar Infernale), dove finalmente Wolverine scopre la verità sulle proprie origini, nel bilancio totale della gestione Morrison è quella più trascurabile. Contiene comunque una profonda e importante indagine psicologica su Ciclope, fondamentale ai fini della comprensione del percorso tracciato per lui dallo scrittore scozzese.

Albi/Saghe che NON potete saltare: E come Estinzione – La partenza col botto di Morrison: rivela che gli umani si stanno estinguendo. Introduce, inoltre, una sorella gemella malvagia di Xavier che si macchia del genocidio di 16 milioni di mutanti prima di essere freddata a colpi di pistola da Xavier stesso, il quale, non contento, rivela pubblicamente in diretta televisiva la sua identità di capo e guida degli X-Men. Una delle migliori saghe degli X-Men di sempre, imperdibile.

ecomeestinzione2

Perché leggerlo in binge-reading: Quando Morrison arriva sugli X-Men, nel 2001, i mutanti non se la stanno passando molto bene. Il secondo avvento di Chris Claremont è stato un flop terribile e gli X-Men sono rimasti impantanati nel tentativo di replicare lo straordinario successo ottenuto negli anni precedenti. Il cast tende al milione di personaggi (inutili) e le storie sono ormai stanche e ripetitive.

Morrison prende in mano la testata per rilanciarla con le idee molto chiare: un cast fisso composto da un ristretto numero di personaggi; via i costumi e tutti gli altri elementi naif; la continuity come strumento, non come zavorra; ma soprattutto, un ritorno al concetto base delle storie degli X-Men: i mutanti come simbolo delle minoranze emarginate, dei reietti, dei diversi.

Quello che ne viene fuori è un lungo ciclo che ri-aggiorna finalmente gli X-Men alla contemporaneità, trovando il giusto equilibrio fra tradizione e innovazione. Se infatti mantiene il cuore tematico delle migliori storie degli X-Men, Morrison è anche il primo in molti anni a sovvertire per davvero lo status quo mutante (la rivelazione della vera identità di Xavier, la rottura fra Scott e Jean), a dare un nuovo punto di vista convincente su personaggi storici (Ciclope, Bestia, Emma Frost) o a crearne di nuovi destinati a durare nel tempo (Cassandra Nova, Quentin Quire, Fantomex).

Non è un caso che le sue storie e le caratterizzazioni da lui date ai personaggi abbiano fatto da base per quasi chiunque si sia cimentato coi mutanti negli anni successivi (da Joss Whedon a Matt Fraction, da Jason Aaron a Brian Michael Bendis).

Miglior momento: Cassandra Nova ha preso controllo della flotta Shiar e ha intenzione di dirigerla verso la Terra. Il superguardiano Smasher, emissario dell’imperatrice Lilandra, affronta eroicamente un viaggio nel quadrispazio per avvisare i terrestri. Quando giunge infine sul nostro pianeta, unico essere vivente a essere mai sopravvissuto a tale viaggio, ad ascoltarlo mentre agonizzante prova a dare l’allarme c’è solo un gruppo di mucche. Uno degli apici del cinismo di Morrison.

smashermorrison

Miglior disegnatore: Frank Quitely, senza neanche discutere. Già fedele compagno di Morrison in numerosi lavori (Invisibles, Flex Mentallo, All-Star Superman, We3), è l’uomo giusto al posto giusto per traghettare graficamente gli X-Men nel nuovo millennio. I suoi personaggi sono sgraziati e fisicamente umani: un Ciclope finalmente ‘Slim’ per davvero, un Wolverine di cui pare quasi di sentire la puzza di sudore e una Jean Grey priva di qualsivoglia dolcezza nei tratti. A tutto ciò, va aggiunta una capacità di narrazione visiva di altissimo livello, che trova il suo picco nella storia muta del numero 121, Silenzio: Salvataggio psichico in corso.

quitelyxmen

Miglior tavola: Solita scelta impossibile, fra Quitely, Chris Bachalo, Phil Jimenez e Marc Silvestri non mancano i disegni spettacolari, e selezionarne una sola è compito arduo e ingrato.

Mi faccio guidare dal cuore. La prima volta che ho letto Rivolta allo Xavier era il dicembre del 2003 e avevo da poco compiuto 13 anni. All’epoca, odiavo Frank Quitely e Mike Allred perché disegnavano ‘strano’, e il mio modello di disegnatore bravo era Mark Bagley.

Poi accadde questa sequenza muta:

bingereadingmorrison1

bingereadingmorrison2

bingereadingmorrison3

bingereadingmorrison4

Dico soltanto: guardate la bava della Bestia nella seconda. Che spettacolo.

La chicca: Quentin Quire e la sua maglietta ‘Magneto was right’. Una vignetta e un outfit azzeccato per entrare dritti nel mito.

Seguici sui social

53,376FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
18,970FollowerSegui

Ultimi articoli

hellions x-men marvel

“Hellions”, la nuova serie a fumetti dell’universo degli X-Men

A partire da marzo, Marvel Comics pubblicherà "Hellions", una nuova serie incentrata su un gruppo composto perlopiù da supercriminali.
kavalier e clay michael chabon

“Le fantastiche avventure di Kavalier e Clay” di Michael Chabon diventa una serie tv

Il romanzo "Le fantastiche avventure di Kavalier e Clay" dello scrittore americano Michael Chabon sarà adattato in una serie tv.
donald trump thanos snap video

Trump paragonato a Thanos (dai suoi), ma Starlin non è d’accordo

Lo staff della campagna elettorale di Trump ha twittato un video in cui Thanos viene mostrato con la faccia del presidente degli Stati Uniti.