Recensioni Novità Occhio di Falco contro Deadpool: un crossover scanzonato e irriverente

Occhio di Falco contro Deadpool: un crossover scanzonato e irriverente

Ha ragione Evil Monkey quando dice che Hawkeye, di David Aja e di Matt Fraction, è un capolavoro. E soprattutto ha ragione quanto imputa buona parte di questo successo ai disegni di Aja: sono quelli, più di ogni altra cosa, ad aver reso questa serie un cult da cui attingere.

Certe tavole, come quella del cane di Occhio di Falco che indaga, o dello stesso Occhio di Falco che, sordo, comunica con il linguaggio dei segni, sono già entrate – a pochissimi anni dalla loro stampa – nell’immaginario collettivo. E questa cosa la Marvel l’ha capita. L’ha capita così bene che non ha esitato a usarla come testa di ponte per una nuova storia: Occhio di Falco contro Deadpool. Ha preso due personaggi, due dei personaggi più controversi, umani e ironici del suo universo; li ha messi insieme, spalla a spalla, durante la notte di Halloween, per indagare sul misterioso furto di dati e identità segrete dello S.H.I.E.L.D.. Ha dato una piccolissima spinta (la scintilla, lo spunto, il pretesto: chiamatelo pure come volete) e il fumetto – un fumetto bello, divertente e appassionante – è servito.

Hawkeye-vs-Deadpool
© Marvel Comics

Gli eccessi deprimenti di umanità di Occhio di Falco vengono brillantemente compensati dalla schizofrenia nonsense di Deadpool; e la pazzia di Deadpool viene sapientemente affiancata dall’approccio più concreto di Hawkeye. E il risultato finale è da leccarsi i baffi. Ci sono, per fare un esempio, due pagine in cui viene ricostruita la storia di Aja e di Fraction con il cane di Occhio di Falco, Freccia, che indaga. E poi dal nulla compare Deadpool, che, sfondando la quarta parete a calci, chiede «aspettiamo che il cane risolva il caso?». Cioè, davvero?

I disegni sono affidati a due italiani, Matteo Lolli e Jacopo Camagni. Sempre un italiano si occupa del lettering, Fabio Ciacci. Alla storia c’è Gerry Duggan, mentre la colorazione è affidata a Cristiane Peter. Nella sua veste grafica, questo Occhio di Falco è più dinamico e “semplice”; non c’è l’impostazione rigida, inspessita, di Aja. Ma il personaggio rimane lo stesso: fedele a quello raccontato dalla penna di Fraction. E infatti in Occhio di Falco contro Deadpool c’è un’alternanza continua di storie, aneddoti e situazioni. Di riferimenti e citazioni. Anche qui Hawkeye è sordo, e nelle prime pagine c’è uno scambio fantastico nel linguaggio dei segni.

hawkeye deadpool
© Marvel Comics

Anche Deadpool, in qualche modo, continua a rimanere lo stesso che le serie, vecchie e di rilancio, hanno delineato: e gli effetti di un disegno più ponderato e “fresco” si notano anche su di lui: è un piacere per gli occhi. Un momento assolutamente incredibile, da fan, è quando lo vediamo vestito da Acchiappafantasmi per Halloween. La trama non è complicata – non lo è per niente: è prevedibile fin dall’inizio. Ma funziona. Questa è una storia che va letta anche solo per il piacere di leggerla, per passare qualche ora ridendo. È un crossover, un buon crossover. Con una buona sceneggiatura e buoni disegni – e in alcuni passaggi sono davvero fantastici.

In Occhio di Falco contro Deadpool, compaiono anche altri personaggi, molti secondari e qualche co-protagonista. Ci sono anche Kate Bishop, l’altra Occhio di Falco, e Gatta Nera, la villain della nostra storia. C’è lo S.H.I.E.L.D., ovviamente. E c’è uno spicchio della nuova famiglia che si è fatta Deadpool.

Occhio di Falco contro Deadpool
di Gerry Duggan, Matteo Lolli e Jacopo Camagni
Panini Comics, 2015
120 pagine, 5,50 €

Seguici sui social

54,324FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
19,366FollowerSegui

Ultimi articoli

Le armature dei Cavalieri dello Zodiaco se esistessero davvero

Potrebbero mai esistere nella realtà le armature dei Cavalieri dello Zodiaco? Se lo saranno chiesto in molti leggendo il manga o guardando l'anime.
manifesto napoli comicon 2020

Il manifesto di Comicon 2020 disegnato da Bastien Vivès

Il fumettista francese Bastien Vivès è l’autore del manifesto dell’edizione 2020 di Comicon, il festival del fumetto di Napoli.
moebius mostra napoli comicon 2020

La grande mostra su Moebius a Napoli

Nell'ambito di Napoli Comicon 2020 si terrà una mostra dedica a Jean Giraud, meglio conosciuto con il nome d'arte di Moebius.