Il fumetto di Titeuf sui rifugiati, in prima pagina

Zep, l’autore del celebre Titeuf (di cui è da poco uscito il 14° volume, bestseller del momento nelle librerie e fumetterie francesi), ha pubblicato sul suo blog WhataWonderfullWorld! una breve storia del personaggio che sta facendo sensazione, e che oggi è finita rilanciata sulla prima pagina del quotidiano LeMonde.

Nella lunga tavola verticale di una quarantina di vignette, intitolata “Mi petit, mi grand”, Zep mette in scena il suo personaggio in una situazione di guerra, che echeggia quanto sta accadendo in queste settimane in Europa intorno alla situazione dei rifugiati provenienti dalla Siria e altri paesi. In cerca di una nuova terra più accogliente, anche il piccolo Titeuf si troverà di fronte a frontiere invalicabili, su cui sono state erette nuove barriere per impedire il passaggio a lui come ad altre vittime, in cerca di rifugio.

Zep ha motivato questo suo intervento come un modo per combattere contro “la nostra incredibile capacità di diventare cinici”. Dopo aver superato il milione di visite, la tavola ha quindi stabilito un ‘record’: è la prima volta che, nella storia del longevo quotidiano LeMonde, una tavola di fumetto – o meglio, un suo ampio frammento – conquistando la prima pagina della tradizionale edizione cartacea (che mostriamo di seguito).

lemonde-cover