Rubriche Radar Radar. 16 fumetti da non perdere usciti questa settimana

Radar. 16 fumetti da non perdere usciti questa settimana

Safari Honeymoon (Eris Edizioni). La prima volta che ho visto un fumetto di Jesse Jacobs è stato per caso, dentro a un numero di Kuš che avevo comprato principalmente perché c’era la copertina di Michael DeForge. Era una roba strana ma davvero piacevole alla vista e svettava su molti degli altri lavori nell’antologia. Mai e poi mai mi sarei aspettato di vedere qualcosa di suo pubblicato in Italia: che bello sbagliarsi ogni tanto. Qui l’anteprima.

SafariH0

In Real Life (Psycho Pop). È un fumetto scritto da Cory Doctorow, ex giornalista di Wired e fra i fautori del grande successo digitale di Boing Boing (è uno dei siti più ganzi in circolazione, seguitelo!). Racconta la storia di Anda, una ragazzina che rimarrà invischiata nelle dinamiche poco chiare di Coarsegold Online, un MMORPG (ti sono vicino, Anda). Ai disegni c’è Jen Wang. Qui c’è la nostra puntuale anteprima.

Il Corvo. Libro secondo (Edizioni BD). Qualche anno fa ho intervistato James O’Barr. Il pezzo iniziava così:

“La persona che ci troviamo davanti è quanto più di lontano possa esistere dall’autore implicito che lecitamente ci si immagina leggendo Il Corvo. T-shirt rossa e jeans, capelli grigi corti nascosti sotto a un cappello da baseball, dell’eroe romantico e dark responsabile della nascita del mito maledetto de Il Corvo rimane solo un uomo di mezz’età guardato a vista dalla propria manager, fiaccato dai ritmi estenuanti del tour promozionale e dal caldo (‘non sono abituato a stare così tanto all’aperto’ ci rivelerà a fine intervista) e pronto a inveire come un nonno Simpson qualsiasi contro questi ragazzacci che ci sporcano i muri”

L’ho rivisto gironzolare nel Padiglione Napoleone a Lucca quest’anno. La mia opinione non è cambiata. Il libro inoltre sembra contenere della gran bella paccottiglia, O’Barr s’è occupato solo della sceneggiatura, lasciando i disegni a Antoine Dodé e Jim Terry.

Sturmtruppen vol. 4 (Mondadori Comics). Niente raga, Mondadori ha dato il via a una ristampa cronologica e completa di tutte le strisce di Sturmtruppen. Vi segnalo il quarto a caso come eterno promemoria di prenderveli tutti. Grazie Bonvi, sono passati quasi 50 anni ma quegli imbecilli dei tui soldati fanno ancora spanciare. Ve ne pesco una a caso fra quelle per cui ho riso di più:

sturmtruppen1

Sweet Salgari (Coconino Press) & Ghost World (Coconino Press). SIIII CHE BELLO, non vedevo l’ora che uscisse qualche lavoro di Paolo Bacilieri così da raccontarvi un’altra storia non richiesta sulla mia vita!

All’ultimo Napoli Comicon, durante la festa del sabato, Bacilieri a una certa mi si avvicina e mi chiede ‘io continuo a vederti qui intorno, ma tu, esattamente, chi sei?’. Io ho risposto che ero il delfino di Matteo Stefanelli, ho imitato i rumori che fanno i delfini con la bocca e poi ho detto il mio vero nome. La faccia di Bacilieri s’è illuminata e ha detto ‘ah, tu sei quell’imbecille di Dario Forti!’. Adesso, quando uno disegna come disegna Bacilieri, può anche darmi dello stupracani, esigere lo ius primae noctis sulla mia futura moglie, bruciare la mia collezione degli X-Men e io sarò solo contento di subire, però almeno avrei voluto sapere perché mi ero guadagnato il titolo di imbecille.

Long story short: Paolo aveva preso per serio l’inizio della mia recensione di Avengers: Age of Ultron in cui dicevo che ‘se non reputate una BOMBA un film in cui c’è un intero segmento dedicato a Hulk che si fracassa di botte con Iron Man in armatura Hulkbuster, allora non so cosa dirvi, vi meritate Woody Allen, Stanley Kubrick, Martin Scorsese e tutti quegli altri noiosoni’. Chiarito l’inghippo, abbiamo parlato di Paul Thomas Anderson, di Wes Anderson e poi mi ha dato il suo numero di telefono e m’ha detto di chiamarlo che andavamo a pranzo assieme un giorno (non l’ho mai fatto :C).

Dopo questa Lucca, durante la quale – forse ne avete sentito parlare in fiera – sono stato investito da un simpatico vecchietto assieme all’indomito timoniere di questa barca e all’inestinguibile Andrea Fiamma, ci ha pure dedicato un disegno, dritto dal suo nuovo progetto $wag (con Vincenzo Filosa e Pasquale e Roberto La Forgia), Edi Tipe:

bacilierieditipe

“Sì, bravo, c’hai raccontato i fatti tuoi ma della ristampa di Sweet Salgari che ci dici?”
Dai raga, non fate gli sciemi, è un fumetto magnifico, non fatevelo scappare (e ci sono pagine inedite che nella prima edizione non c’erano).

L’opinione di Daniel Clowes su di me invece non la conosco, però considerato che stima Nick Gazin e che io sono il Nick Gazin italiano (sì, me lo dico da solo, oggi sono in versione vanagloria), sono sicuro che avrebbe solo buone parole. Anche qui, la ristampa di Ghost World è da prendere a occhi chiusi, è uno dei fumetti più importanti (e belli) degli ultimi 30 anni. E qui ci sono un po’ di parole sulla grandezza del suo autore.

Providence vol. 1 (Panini Comics). Alan Moore si cimenta ancora con il mondo di H.P. Lovecraft, firmando un prequel-sequel del precedente Neonomicon. Ai disegni c’è Jacen Burrows. Io sono allergico a Lovecraft, però Moore è sempre Moore, quindi gli darò una chance. Qui ci sono ulteriori informazioni.

Il cane che guarda le stelle (J-Pop) & La scuola senza pudore vol. 1 (J-Pop). Yo, una bella doppietta di manga di cui ha già parlato qualcun altro, e siccome sto scrivendo questo Radar alle quattro del mattino (SHH!, non ditelo all’indomito timoniere di questa barca però) e alle sette ho la sveglia per andare al BilBolBul 2015, me la cavo ez dicendovi che il primo è un manga di Takashi Murakami (no, non quel Takashi Murakami) e ne ha già parlato (fra un articolone su Ghost in the Shelll’altro) il nostro Andrea Fontana (qui c’è anche la fedele anteprima); il secondo invece è l’inizio di un’importantissima ristampa di una serie di Go Nagai del 1968, e ne ha parlato il nostro prof. Paolo La Marca.

La ragazza d’inverno (Panini Comics). Un thriller ambientato nel 1917 in Russia, in piena rivoluzione. I protagonisti sono due fratelli dal passato misterioso che non vogliono abbandonare la propria casa perché nascondono qualcosa. L’autore è Hiroaki Samura, lo stesso de L’Immortale. Sembra interessante, o forse sono solo io che quando compare la gloriosa Rodina smetto di ragionare.

Food Wars vol. 1 (RW-Goen). Oggi mi voglio rovinare e segnalo addirittura un quinto manga. Food Wars racconta la storia di un ragazzo di quindici anni il cui sogno è diventare un grande chef. Per perseguire il suo obbiettivo, si iscrive all’Accademia Totsuki, una scuola di cucina elitaria e super difficile dove dovrà classicamente affrontare una serie di prove. Dal fumetto è tratto un anime (a quanto pare di grande successo) trasmesso simultaneamente in tutto il mondo, Italia compresa. Lo trovate qui, sottotitolato.

Chambara – La via del samurai (Bao Publishing). Volume deluxe a colori che raccoglie le due belle Storie Bonelli del samurai scritte da Roberto Recchioni e disegnate da Andrea Accardi. Di una delle due, I fiori del massacro, ce ne aveva parlato qualche tempo fa il nostro Matteo Tonon.

La generazione (Bao Publishing). Ok, di mio vi dico che ho apprezzato i due precedenti lavori di Flavia Biondi usciti per Renbooks, Barba di perle e L’orgoglio di Leone, poi però è il momento in cui mi gioco il jolly del comunicato stampa perché sono le 5.04 e ho sonno. #HonestyIsTheBestPolicy

Quindi, di che parla La generazione?

[È] la storia del ritorno al paese di Matteo, che aveva lasciato il paese natio in Toscana per andare a vivere a Milano con il suo grande amore, lontano dal giudizio della gente di provincia, lontano da una famiglia le cui aspettative sentiva di non poter soddisfare. Finito l’amore, il suo ritorno ha il sapore di una disfatta e per di più è costretto a coabitare con tre zie tremende e con l’anziana nonna. Si scoprirà capace di trovare una propria dimensione anche in quel piccolo mondo antico che aveva ripudiato, e capirà che i suoi affetti più profondi non lo avevano mai giudicato.

Prince Valiant vol. 6 (Nona Arte). Sesto volume per la ristampa di una delle opere più importanti di sempre nella storia del fumetto, la saga di Prince Valiant, disegnata da Hal Foster per 35 anni sulle pagine domenicali dei quotidiani americani. È l’occasione perfetta per riscoprire il disegno pulito, preciso e dettagliato di uno dei più influenti fumettisti di sempre.

Dall’estero:

Batman Europa

Batman: Europa #1 (DC Comics). Annunciato originariamente nel 2004, vede finalmente la luce questo progetto in cui sono coinvolti i nostri Giuseppe Camucoli (si è occupato dei layout, poi trasformati in disegni da Jim Lee) e Matteo Casali, che firma la sceneggiatura assieme a Brian Azzarello. La storia: Batman e Joker si uniscono per sconfiggere un’epidemia virale che minaccia l’Europa.

Dinomania: The Lost Art Of Winsor McCay, the Secret Origins of King Kong, and the Urge to Destroy New York (Fantagraphics). E per la rubrica nella rubrica ‘Libri che facevo prima a consigliare via mail direttamente all’unica persona che li comprerebbe aka il nostro sommo direttore’, questa settimana vi segnalo questo pregiatissimo (e costoso, 95$) volume Fantagraphics che traccia la storia della rappresentazione dei dinosauri (ma forse anche di altri mostri tipo King Kong) all’interno dell’opera di Winsor McCay. Qui un po’ di info.

Seguici sui social

52,996FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
18,892FollowerSegui

Ultimi articoli

marvel comics 1

Il primo fumetto Marvel oggi vale più di 1 milione

L'albo Marvel Comics 1 è stato battuto all'asta per una cifra da record e diventa così il fumetto Marvel più caro al mondo.
Free Comic Book Day 2019

Le fumetterie che partecipano al Free Comic Book Day Italia 2019

È stato diffuso l'elenco delle fumetterie aderenti all'iniziativa Free Comic Book Day Italia 2019, la giornata del fumetto gratis, che si terrà il prossimo 30 novembre.
persepolis satrapi

Marjane Satrapi e la rivoluzione di “Persepolis”

L'importanza di Persepolis per il mondo del fumetto e non solo, oggi che la sua autrice, Marjane Satrapi, compie 50 anni.