Focus Opinioni Snoopy tra Mastroianni e Mandrake

Snoopy tra Mastroianni e Mandrake

Lo scorso 8 novembre ho partecipato, assieme a Paolo Bacilieri, a un incontro su Fellini e il fumetto, organizzato dalla Cineteca del Comune di Rimini (QUI la scheda dell’iniziativa). Tra i materiali raccolti per il mio intervento ho trovato in rete uno schizzo, autografo del regista, regalato a Charles M. Schulz, in occasione dell’incontro tra il papà dei Peanuts e il regista riminese, avvenuto nell’ottobre del 1992 a Roma, dove si teneva la mostra “Il mondo di Snoopy”. Eccolo.

fellinidisegno

Il disegno (QUI il link che rimanda alla scheda del Charles M. Schulz Museum and Research Center dove l’originale è conservato) ritrae un divertito Schulz (a destra) alle spalle di Fellini, mentre il regista abbigliato con la consueta mise, completa di cappello e sciarpa, sta filmando uno Snoopy con cilindro, farfallino e bastone.

Il celebre bracchetto, nel balloon, riferendosi a Fellini pensa: «Finalmente ha capito che io sono meglio di Mastroianni! E molto meno caro! (su questa seconda qualità, non sono molto sicuro)». Lo schizzo autografo, accanto alla firma di Federico Fellini, reca questa dedica: «A Charles Schulz con sentimenti di vera amicizia. Federico Fellini, Roma Ottobre 1992».

Snoopy, dunque, come Mastroianni, così come l’attore era vestito in Ginger e Fred (1986).

gingerefred

Ma, soprattutto, come lo immaginava Fellini in un film mai fatto su Mandrake che avrebbe avuto come interpreti Marcello Mastroianni e Claudia Cardinale. Il regista ne aveva discusso con Lee Falk – creatore assieme a Phil Davis del celebre mago dei comics – incontrato anni prima a Roma, durante le riprese del suo film Roma (1972).

mandrake

E, del resto, Fellini vestirà Mastroianni alla Mandrake in un altro suo celebre film, Intervista (1987).

mandrakemastroianni

Charles Schulz ‘ripagò’ l’ammirazione e l’affetto dimostratigli da Federico Fellini tramite quella vignetta, con questa sua dichiarazione che prendiamo da un nostra intervista (pubblicata su l’Unità del 17 ottobre 1992): «È stato – ci disse Schulz – come trovarsi di fronte a un grande artista che ha affrescato una chiesa. Io mi sono sentito come uno degli aiutanti che dipingono figure minori».

Seguici sui social

53,377FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
18,972FollowerSegui

Ultimi articoli

fumetti musei coconino mistero beni culturali

I nuovi 29 albi di “Fumetti nei musei”

Il progetto Fumetti nei musei continua e si amplia con altri 29 albi annunciati oggi, durante l'inaugurazione di una mostra dedicata all'iniziativa.

Gli anime distribuiti da Nexo che vedremo al cinema nel 2020

Il distributore Nexo Digital ha comunicato quali saranno gli anime che la società ha in programma di far uscire nei cinema italiani nel corso del 2020.
copertina celestia manuele fior

I 10 migliori graphic novel italiani del 2019

Dopo classici e serie, le nostre selezioni del meglio pubblicato nel 2019 si concentrano sui graphic novel di autori italiani.