Un’anteprima dal primo numero di Heavy Metal diretto da Grant Morrison

Questo mese debutta il nuovo corso della rivista Heavy Metal con la direzione di Grant Morrison.  Il numero, inoltre, conterrà anche una storia scritta dallo stesso sceneggiatore britannico. Nelle sue 140 pagine la rivista propone sette storie a fumetti inedite da autori internazionali, come di consueto, e 3 copertine diverse, come riporta in esclusiva Entertainmente Weekly.

Leggi anche: L’approccio di Grant Morrison al suo ruolo di Editor-In-Chief per rivista Heavy Metal

HM280a
Illustrazione del pittore pop Ron English

 

HM280b
Illustrazione del pittore concettualista inglese Mozchops

 

HM280c
Illustrazione del pittore simbolista Gail Potocki

Il corso di direzione di Morrison continuerà a portare avanti la tradizione estetica e narrativa della rivista, inserendo comunque elementi di novità, mantenendo le storie in corso, come Julia and Roem di Enki Bilal. Nella sua lettera ai lettori, Morrison dice in proposito:

Heavy Metal senza il leggendario Enki Bilal è come Tom senza Jerry, Stanlio senza Ollio. O la salsa senza le patatine. No, non succederà MAI.

L’albo contiene inoltre una storia di Massimiliano Frezzato, intitolata The Key. Eccone di seguito una pagina. Morrison l’ha definita «un trip da funghi allucinogeni trita cervella».

hm280frez

La storia di Morrison, intitolata Beachhead, è disegnata dall’americano Benjamin Marra, giovane artista che lo scorso anno ha pubblicato il folle Terror Assaulter per Fantagraphics Books, e che Morrison definisce “un genio grandguignolesco”. Beachhead si anticipa come una storia di stampo fantascientifico classico. Eccone una tavola.

HM280morr

Di seguito, altre due pagine.

HM280bel
Dalla storia “Lepidoteran”, di Emilio Balcarce e Gaston Vivanco.

 

HM280kor
Dalla storia “A Mind Bomb” dell’autrice danese Anna Kornum.