Com’è andata la prima edizione di Collezionando

Questo fine settimana si è svolta la prima edizione di Collezionando, la mostra mercato del fumetto d’antiquariato e da collezione, curata dall’organizzazione di Lucca Comics & Games e dall’associazione ANAFI. Stando al comunicato stampa degli organizzatori, i due giorni dell’evento hanno fatto registrare quattromila presenze complessive.

collezionando-lucca-comics

Tristemente segnata dalla notizia della scomparsa di Gallieno Ferri, il creatore grafico di Zagor – personaggio al quale era dedicata parte delle esposizioni – la manifestazione ha visto l’assegnazione di due primi. Il primo al disegnatore Rino Albertarelli, con la motivazione di essere stato “Uno dei padri del fumetto italiano e primo presidente del salone dei comics alla memoria”. Un premio “speciale Collezionando” è stato consegnato poi al “decano degli espositori del fumetto da collezione”, Giorgio Frugoli.

Riguardo a questa prima edizione, il direttore di Lucca Comics & Games ha dichiarato:

Collezionando ha centrato l’obiettivo di essere non solo una mostra mercato per le pubblicazioni di qualità e per un pubblico di amatori, ma un vero mini festival con mostre, incontri e premi. Una manifestazione che ha recuperato il clima entusiasta e rilassato degli albori del salone del fumetto, regalando l’emozione di poter girare fra i banchi a cercare il pezzo mancante alla propria collezione. Magari dovremo rivedere la data, anticipandola ai primi di marzo, ma il sentire degli espositori è stato positivo e tanti si sono detti già disponibili per la prossima edizione.

La fiera si è svolta in un’area spaziosa e non particolarmente affollata, quindi di agile fruizione. Non molti gli stand di editori; si notava la presenza di ReNoir, Allagalla, 001 Edizioni, per la loro proposta in linea con i propositi del festival, oltre a varie iniziative e ospiti di Sergio Bonelli Editore; e non sono mancati JPop, Tunué o Nicola Pesce Editore. Prevalenti erano i rivenditori di usato e arretrati, e non molto lo spazio dedicato alla vendita di tavole originali. Tra gli ospiti, da sottolineare la presenza di Sydney Jordan (classe 1928), autore di Jeff Hawke.