Recensioni Novità "Aiuto!", uno splatter color pastello

“Aiuto!”, uno splatter color pastello

C’è un aforisma, attribuito a Groucho Marx, che recita: «La caccia sarebbe uno sport più interessante se anche gli animali avessero il fucile». Un pensiero che, al di là del classico dibattito giusto-sbagliato in riferimento all’arte venatoria, è un ottimo punto di partenza per sviluppare interessanti riflessioni. Allo stesso tempo, la frase nasconde, intrinsecamente, una verità che ha il sapore di giudizio e condanna: l’uomo è, per natura, un essere violento.

È proprio a partire da quest’ultima affermazione che indaga il graphic novel Aiuto!Scritto e disegnato dal giovane e talentuoso Isaak Friedl, vincitore del premio Boscarato 2014 come “Autore Rivelazione” per Sottobosco (Tunué, 2013) e colorato da Yi Yang, classe ’94, selezionata nel 2016 per l’illustrators Exibition del Bologna Children’s Book, il volume offre profondi spunti di riflessione sull’indole umana – quella più bestiale – e sul contrasto tra natura e uomo.

aiuto bao publishing

La trama è alquanto semplice: un orsetto piange innanzi al corpo senza vita della madre uccisa da un bracconiere, morto anch’egli nello scontro. Un piccolo scoiattolo attratto sul luogo dal pianto dell’orsetto fa in modo che il cucciolo si allontani dalla scena del delitto, troppo pericolosa per lui. Infatti, i cacciatori stanno per tornare; un amico del morto, scoperto il cadavere dell’uomo, chiama a raccolta rinforzi per dar la caccia all’animale sopravvissuto. Da questo momento in poi comincia un’avventurosa storia, ricca di suspence e fuori dagli schemi, sulla fuga degli animali dal gruppo di cacciatori assetati di sangue. Lungo questa rocambolesca fuga i due animali avranno l’occasione di fare incontri interessanti, di scoprire le bellezze del bosco e anche di stringere nuove amicizie con alleati preziosi, come un cucciolo di puma.

Nel frattempo, i quattro cacciatori che li inseguono si fanno strada tra la selva seminando morte sul proprio tragitto. La prima vittima è una povera scimmia, trattata alla stregua di un condannato sotto interrogatorio (immagine che rimanda direttamente alle torture inflitte in Afghanistan, o ai militianti dell’I.R.A), segue la morte di una moltitudine di rane e, addirittura, di un intero gruppo di orsi: una scia di omicidi ingiustificati perpetrati per puro divertimento. Inevitabilmente gli inseguitori riescono a raggiungere gli inseguiti, decisi a portare a termine la propria crudele missione, ma proprio nel momento in cui tutto sembra essere perduto la natura si risveglia, pronta a difendere il proprio territorio e a combattere per la propria salvezza e sopravvivenza.

aiuto bao publishing

La narrazione è quasi del tutto priva di dialoghi e l’incedere della storia è affidato al disegno. In particolare, rapisce la bellezza, semplice ma raffinata, delle scene rappresentanti la natura, la scelta dei colori e l’alternanza quasi cinematografica delle “inquadrature”. La grande espressività che la mano di Isaak Friedl è riuscita ad infondere sui volti e nei gesti degli animali sostituisce perfettamente le parole, evitando così che gli stessi vengano umanizzati – e quindi dotati di parola – seguendo il più classico dei cliché narrativi (usato fin dai tempi ellenici).

I disegni, realizzati a matita, sembrano esser stati pensati seguendo lo stile “light” e fanciullesco che caratterizza molti libri illustrati per bambini. I colori pastello di Yi Yang amplificano questa sensazione conferendo alla storia un tono soft, quasi onirico. Il lettore, infatti, soprattutto all’inizio, ha l’impressione di affrontare una lettura leggera, fiabesca, abbellita da tratti sicuri ma ingenui, come se a realizzare le oltre 100 pagine del volume fosse stato un bambino di circa dieci anni. Tale sensazione viene radicalmente capovolta entrando nel vivo della narrazione, quando tra i colori  più accesi sui toni del giallo e del verde pastello, s’insinua il rosso del sangue versato dall’uomo. Con le prime gocce di sangue i due autori svelano il vero volto di Aiuto!una denuncia cruda, splatter e senza peli sulla lingua della cattiveria dell’uomo, della sua crudeltà, della sua efferatezza.

aiuto bao publishing

Una tematica, letteraria e sociale, discussa in più occasioni e che ancora oggi fa molto parlare, che mette a confronto due mondi diversi: la civiltà e la natura. Ma è civiltà quella che spinge l’essere umano ad uccidere in modo spietato esseri viventi che non chiedono altro di poter continuare la propria esistenza in pace? La risposta, secca e brutale, viene data dalla sceneggiatura di Friedl, che descrive con grande intensità il cinismo e la freddezza del cuore umano.

In Aiuto! non c’è pietà, e anche il finale lascia l’amaro in bocca al pensiero di quanto dolore e quanta sofferenza possa aver provocato la follia umana; proprio come in Sentinella di Fredric Brown, i ruoli vengono capovolti, a mostrare il proprio istinto bestiale non sono gli animali, ma l’uomo, feroce e deformato dalla sua smania di controllo su tutto ciò che è libero. L’uomo che non si ferma neanche innanzi alla morte, nemmeno quando il pericolo sembra essere oramai superato. L’uomo che non ha più niente da imparare dalla natura, che ne rifiuta gli insegnamenti e lentamente, a passo inesorabile, si avvia verso il declino.

Aiuto!
di Isaak Friedl e Yi Yang
Bao Publishing, 2016
152 pagine, 18,00 €

Seguici sui social

52,189FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
18,667FollowerSegui

Ultimi articoli

shintaro kago

Shintaro Kago ospite a Lucca Comics 2019

Il mangaka Shintaro Kago, considerato uno dei massimi esponenti del genere ero guru, sarà tra gli ospiti internazionali di Lucca Comics 2019.
jojo manga

Come partecipare agli eventi di Hirohiko Araki a Lucca Comics

Hirohiko Araki, l'autore de Le bizzarre avventure di JoJo, parteciperà a Lucca Comics & Games 2019 con quattro grandi eventi.

“Storto”, il nuovo incubo a fumetti di Danilo Manzi

Presentiamo in anteprima le prime pagine da "Storto", il nuovo graphic novel di Danilo Manzi che Hollow Press presenterà in anteprima a Lucca Comics.