Recensioni Novità Ogni maledetta settimana: "Moonshine", di Azzarello e Risso

Ogni maledetta settimana: “Moonshine”, di Azzarello e Risso

Tutti i mercoledì negli Stati Uniti vengono pubblicate decine di albi a fumetti. Ogni Maledetta Settimana è la rubrica che tutti i venerdì, come un osservatorio permanente, racconta e analizza uno di questi comic book.

Moonshine image comics

Moonshine significa letteralmente il brillare della luna, ma è un luccichio fasullo, come quello del riflesso sull’acqua o su altri liquidi. Già dal 1785, infatti, il termine si riferisce ai liquori distillati illegalmente, spesso nella notte, e di certo trafficati alla luce della luna piuttosto che a quella del sole. In America, in particolare durante gli anni del proibizionismo, il moonshine divenne un’importante fonte di reddito nella regione dei monti Appalachi ed è proprio qui, in West Virginia, nel 1929, che Eduardo Risso e Brian Azzarello ambientano la loro nuova serie: Moonshine.

moonshine azzarello risso

Le precedenti collaborazioni della coppia, da 100 Bullets in giù con l’eccezione di Spaceman, hanno sempre avuto le tinte del noir e in Moonshine la collocazione è specificamente gangster: il protagonista Lou Pirlo lavora al soldo del boss di New York Joe Masseria (recentemente interpretato in Tv in Boardwalk Empire da Ivo Nandi), che lo spedisce sugli Appalachi perché tratti con Hiram Holt e si assicuri una fornitura del suo straordinario distillato.

Lou, però, non è il solo ad avventurarsi tra quelle montagne, tanto che il numero uno della serie si apre con un gruppo di tre federali che si imbattono nella distilleria di Holt nel cuore della notte e finiscono sbranati da un lupo o forse da qualcosa di più…

Moonshine02

Moonshine coniuga infatti il nero americano con l’horror classico dei mostri, un’ibridazione che Azzarello sta praticando attualmente anche in American Monster, disegnato e colorato da Juan Doe, che ha come protagonista una versione aggiornata del mostro di Frankenstein. Entrambe le serie segnalano inoltre che se Azzarello pur continua a scrivere per DC Comics, per esempio collaborando con Frank Miller a DK III: The Master Race, per i suoi progetti più personali preferisce ormai altre etichette rispetto alla linea Vertigo: Moonshine è pubblicata dalla Image mentre American Monster è edita dall’emergente Aftershock.

american monster azzarello

I dialoghi di Azzarello oscillano tra lo slang del periodo e la modernità che lo contraddistingue, con battute affilate e personaggi che hanno un marcato gusto per l’osceno – già nel primo episodio c’è un passaggio sul sugo rivolto a una donna che caratterizza il protagonista come un vero porco, come già accadeva per esempio con Lono in 100 Bullets.

Moonshine è disegnata e, per la prima volta, colorata da Eduardo Risso. Tra i due autori l’affiatamento è tale che Azzarello concede tavole mute costruite solo di scambi di sguardi (nel numero uno ce n’è una splendida con l’incontro tra il protagonista e una famiglia afroamericana) e sequenze di violenza realizzate per frammenti. Risso, oltre a divertirsi nel disegnare macchine d’epoca, Tommy-gun e licantropi, promette di essere fedele anche all’atmosfera del tempo e ai dettagli della vita comune. Il tutto senza rinunciare ai tagli netti delle sue ombre, del resto molto appropriati sia al contesto noir sia a quello horror.

moonshine azzarello risso

Sicuramente per ora meno ermetica di American Monster e pure di 100 Bullets, Moonshine, se conosciamo Azzarello almeno un po’, è destinata ad arricchirsi di personaggi, tra nuovi agenti federali, gangster, afroamericani che conoscono un folclore perduto e lo sviluppo della nutrita famiglia di Holt. Su questa aleggia un mistero che per ora è stato solo scalfito: qual è il segreto del loro distillato e che rapporto ha con la licantropia di almeno uno di loro?

moonshine azzarello risso

Seguici sui social

51,871FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
18,519FollowerSegui

Ultimi articoli

spider-man jj abrams fumetto marvel

Importanti cambiamenti per Spider-Man nel fumetto scritto da J.J. Abrams

Il primo numero della nuova serie di Spider-Man scritta da J.J. Abrams e disegnata da Sara Pichielli si è aperto con una grossa sorpresa.
doug braithwaite

Doug Braithwaite sarà ospite di Lucca Comics 2019

Il disegnatore britannico Doug Braithwaite sarà ospite della prossima edizione di Lucca Comics & Games, in collaborazione con Star Comics.
chanbara 2 fumetto bonelli

Un po’ di pagine dal nuovo volume di “Chanbara”, la serie Bonelli sui samurai

Bonelli ha presentato alcune tavole in anteprima di "Le spade del tradimento", il secondo volume della serie "Chanbara", ambientata nel Giappone feudale.