Recensioni Top 5 I 5 migliori fumetti pubblicati a ottobre 2016

I 5 migliori fumetti pubblicati a ottobre 2016

Lucca Comics & Games 2016 è passata da pochi giorni e le proposte editoriali sono state molte e variegate. In questa nostra selezione dei migliori fumetti usciti a ottobre non sono state però prese in considerazione tutte le anteprime che abbiamo avuto modo di vedere durante i cinque giorni di manifestazione, ma solo i volumi che davvero sono entrati in distribuzione nelle librerie a partire dal mese di ottobre.

Ci sono due attesissimi libri italiani; l’interessante storia di una autrice di origini croate; una sorpresa dal mondo dell’indie americano; il ritorno di una saga ormai classica; e una nuova serie di uno dei più apprezzati scrittori britannici.

Fatherland. Educazione di un terrorista, di Nina Bunjevac (Rizzoli Lizard)

fatherland

Un libro per scendere a patti con la propria eredità e le proprie radici, per capire il proprio passato e (forse, alla fine) perdonare. Questo è Fatherland – Educazione di un terrorista, l’opera con cui Nina Bunjevac ricostruisce dettagliatamente la storia di suo padre, un terrorista serbo residente in Canada invischiato in una sanguinaria rete terroristica internazionale.

Concepito come un lungo album fotografico in bianco e nero, la Bunjevac utilizza il proprio fumetto per attraversare con sobrietà e distacco quarant’anni di storia – la Seconda Guerra Mondiale, le tensioni e la violenza fra diverse etnie in Yugoslavia – e tentare di capire da dove nasca la spirale di violenza in cui ha vissuto affogando suo padre.

La terra dei figli, di Gipi (Coconino Press)

la terra dei figli gipi

In un futuro imprecisato, un qualche evento ha segnato “la fine” della società civile (ipotesi: qualcosa legato all’evoluzione dei social network?). Immersi in una nuova barbarie, due ragazzi allevati da un padre eroico e disilluso scopriranno come sopravvivere. Il ritorno di Gipi al fumetto è anche, per l’autore di Unastoria, un nuovo inizio: un graphic novel interamente in bianco e nero, e interamente di fiction. Un fumetto “classico” che offre un’allegoria radicale del nostro presente narcisista. Un libro in cui Gipi si mette da parte, per dare più che mai spazio a una storia totalmente di fiction, una “fuga” dal raccontare se stesso che tanto aveva contraddistinto i suoi libri più recenti.

La terra de figli è una fiction post-apocalittica, perché «nelle storie l’ambientazione non conta. Ciò che conta è il cuore del racconto, quello di cui stai parlando», come ci ha raccontato lui stesso in una intervista.

Beverly, di Nick Drnaso (Coconino Press)

beverly

Il primo libro a fumetti di Nick Drnaso è una raccolta di sei racconti autonomi ma legati tra loro, che seguono le vicende di un gruppo di adolescenti e delle loro famiglie. L’autore fotografa la vita della periferia di una indefinita metropoli americana con segno all’apparenza dimesso ma in realtà profondamente studiato. La rigorosa geometria degli sfondi su cui si muovono i protagonisti e la fredda empatia che traspare dalle loro controverse vicende, pongono Drnaso nella scia di grandi fumettisti come Chris Ware e Adrian Tomine, che hanno saputo, meglio di altri, raccontare la quotidianità della vita americana. Beverly è un libro che si conclude senza un vero finale, proprio come le vite irrisolte degli individui che lo popolano.

QUI le prime pagine in anteprima.

Sky Doll vol. 4, di Barbucci e Canepa (Bao Publishing)

sky doll

Dopo una pausa di 10 anni, è ritornata a ottobre la saga di Sky Doll, ideata da Barbara Canepa e Alessandro Barbucci per il mercato francese nel 2000. Non si tratta più di un fumetto dotato di quella carica innovativa degli esordi, quando il suo stile “euromanga” fece rapidamente tendenza, ma la qualità di testi e disegni resta intatta.

La nuova avventura è ambientata sul pianeta-circo Sudra, dove Noa e compagni si sono rifugiati, e scava nel profondo dei personaggi, alla ricerca della loro anima.

QUI le prime pagine della storia e QUI un resoconto dei volumi precedenti.

Injection vol. 1, di Warren Ellis (Saldapress)

injection warren ellis

Primo volume per la nuova serie Image a firma di Warren Ellis, Declan Shalvey e Jordie Bellaire, lo stesso team che si era occupato dell’ottimo rilancio di Moon Knight in casa Marvel. In questo caso non si parla però di vigilanti dalle personalità multiple ma di tecno-evoluzionismo.

Injection unisce sotto lo stesso ombrello fantascienza spinta, sfumature horror alla Jeff VanderMeere e folli teorie antropologiche. Il risultato è un titolo complesso, dalla narrazione destrutturata e carico dei personaggi borderline tanto cari allo scrittore inglese. Forse non per tutti, ma le potenzialità di riportarci ai fasti di Planetary pare ci siano tutte.

Seguici sui social

51,845FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
18,500FollowerSegui

Ultimi articoli

“Shackleton – Ai confini del mondo”, l’esplorazione del Polo Sud

In anteprima le prime pagine da "Shackleton – Ai confini del mondo", di Jean-François Henry, Jacques Malaterre, Hervé Richez e Olivier Frasier.

Il gioco di carte dei Bonelli Kids

Sergio Bonelli Editore ha annunciato che realizzerà un gioco di carte dei Bonelli Kids. Il debutto è previsto a Lucca Comics & Games 2019.

Il fumetto underground giapponese in mostra a Treviso

A Treviso Comic Book Festival si terrà una mostra dedicata a due dei più importanti fumettisti underground giapponesi, Tetsunori Tawaraya e Daisuke Ichiba.