Le reazioni dei fumettisti americani all’elezione di Donald Trump

Nella notte, gli Stati Uniti hanno eletto il loro nuovo Presidente, che sarà Donald Trump. L’elezione dell’imprenditore repubblicano ha suscitato la reazione di tutta la nazione e non solo. Anche alcune personalità legate al mondo del fumetto hanno espresso la proria opinione, in particolare su Twitter.

I toni dei commenti spaziano dalla semplice delusione alla pura disperazione, anche se c’è chi non ha voluto rinunciare alla battuta. Ma c’è anche chi – come Jim Steranko – sta esultando.

Di seguito, vi riportiamo i più interessanti.

«E se non vi piace, unitevi allo STATO ISLAMICO! Il popolo americano ha parlato!»

«Un brutto giorno per questo paese. Non sono solo triste, me la sto proprio facendo sotto dalla paura.»

«Terribile.»

«Conoscete qualche agente immobiliare?»

«Possiamo costruire un muro intorno alla costa ovest e vivere qui come la gente di The Village?»

«Quel che posso fare per i prossimi 4 anni è abbracciare, supportare e celebrare la ricca diversità del mio paese e della mia comunità al meglio possibile.»

«Più gente ha votato contro un bigotto invece che per lui, ma non negli stati giusti. Ci siamo fregati da soli.» [To gerrymander = commettere brogli elettorali NdT]

«Sarebbe stato bello vedere come sarebbe potuta essere una Corte Suprema non di destra, ma immagino che non la vedrò nel corso della mia vita, probabilmente.»

«Sono in un bar, e qui tutte le donne stanno piangendo.»

«Buonanotte. Mi dispiace. Mi duole il cuore. Come sempre, avrei voluto che più americani avessero votato. Ma domani ricominceremo a combattere. Amore per tutti.»

«Sembra che sia il Canada ad aver bisogno di costruire un muro.»

«Il nostro primo presidente nero dovrà lasciare la Casa Bianca a un uomo appoggiato dal KKK.»

«È stata una bella democrazia, finché è durata.»

«Stavo bevendo un drink, ma ora passo all’acqua, perché sbornia + Trump è troppo orribile da affrontare.»

«America zimbello del mondo parte II. Siamo fottuti. Bel lavoro, bianchi analfabeti. Wow.»

«Pensiero positivo: nei prossimi 4 anni verranno fuori delle grandi opere d’arte.»

«Mi sento stordito. Vorrei essere a casa con la mia famiglia. Questo è un cambiamento degno dell’11 settembre. Niente sarà più lo stesso.»

«È incredibile come gli Evangelici abbiano abbriacciato un razzista sessualmente aggressivo adultero seriale.»

«L’apocalisse sarà trasmessa in tv.»

«Cristo. Ho ascoltato per un’ora i sapientoni della CNN parlare come se Trump prenderà davvero l’incarico in modo serio.»

«La vera domanda è: quando viene eletto un uomo che ha minacciato di mettere i tuoi figli in campi di concentramento, aspetti di scoprire se diceva sul serio?»

«Forse a voi non piacciono le battute, ma non ditemi “basta battute”. Voi figli di puttana avrete bisogno di battute.»

«Nessun trasloco in Canada.
Nessun compromesso.
Siamo americani.
Abbiamo creato il rock & roll e mandato l’uomo sulla dannata luna.
4 anni di questa merda?
POSSIAMO FARCELA!»

«Per fortuna ho comprato ai miei figli la realtà virtuale, ne avranno bisogno»

«Quindi, uh, storicamente… i regimi degli uomini forti di solito come finiscono? Con pacifici trasferimenti di potere, giusto?»

«Non importa chi vince, abbiamo ancora la pizza.»