Un tweet ostile di Trump fa schizzare le vendite di un graphic novel

Donald Trump ha attaccato il senatore democratico John Lewis con un tweet, facendo balzare in alto le vendite dei suoi libri nelle classiche, tra i quali un graphic novel, March, disegnato da Nate Powell e co-sceneggiato da Andrew Aydin. Lewis è noto come attivista dei diritti umani e storico protagonista della lotta per diritti del popolo afroamericano.

Il senatore John Lewis farebbe meglio a trascorrere più tempo aiutando il suo distretto che p in condizioni pessime e va a pezzi (non a lamentarsi inutilmente per il risultato delle elezioni).

Il tweet di Trump reagiva a recenti affermazioni di Lewis che sostiene di non riconoscere la legittimità dell’elezione del nuovo presidente americano.

La conseguenza più diretta dell’attacco è stata la difesa di Lewis da parte degli utenti social (basti scorrere le reazioni al tweet di Trump) e da parte del resto del congresso, ma soprattutto la veloce scalata dei libri di Lewis nelle classifiche Amazon americane nella categoria dei libri (March Trilogy raccolta, Walking with the Wind: A Memoir of the Movement by John Lewis, March Book One).

march amazon

Tra questi c’è la trilogia di graphic novel March, scritta da John Lewis insieme a Andrew Aydin e disegnata da Nate Powell (Il silenzio dei nostri amici, Portami via, Imperi, Condizioni), primo fumetto a vincere il National Book Award. March racconta la storia del movimento per i diritti degli afroamericani tramite l’esperienza di Lewis e prende il nome dalla marcia di su Washington guidata da Martin Luther King il 28 agosto 1963.