Saldapress pubblicherà i fumetti di Alien

Saldapress sarà l’editore italiano dei fumetti Dark Horse che raccontano storie inedite dell’universo di Alien. L’inizio delle pubblicazioni avverrà in occasione dell’uscita del film Alien: Covenant, prevista in Italia per l’11 maggio. A inaugurare questa nuova collana saldaPress saranno due volumi da fumetteria e una serie da edicola, che verranno distribuiti ad aprile:

ALIENS 30 anniversario alien saldapress

• Aliens 30° anniversario. Volume cartonato che presenta nell’originale bianco e nero la prima storia, scritta nel 1988 da Mark Verheiden e disegnata da Mark A. Nelson, che 30 anni fa diede origine a questo universo narrativo. La storia parte dalla conclusione del film del 1986 di James Cameron per raccontare le vicende di Hicks – sopravvissuto agli xenomorfi e orribilmente sfigurato – e Newt, ormai quasi diciottenne. Toccherà a loro affrontare la minaccia degli Alien giunta sulla Terra.

PROMETHEUS alien saldapress

• Prometheus. Volume che raccoglie il primo capitolo di Fire & Stone, il ciclo che coinvolge tutte le properties legate all’universo di Alien (Aliens, Prometheus, Predator, Aliens vs. Predator). Siamo nel 2219. Una missione di soccorso sul remoto pianeta LV-223 nasconde un obiettivo secondario: indagare sulla scomparsa 125 anni prima dell’astronave Prometheus, giunta sul pianeta per risolvere il mistero degli Ingegneri. Un’emozionante avventura che getta nuova luce sulla missione al centro dell’omonimo film di Ridley Scott.

AlienDefiance saldapress

• Aliens – Defiance. Il primo dei sei albi mensili della più recente serie dedicata ad Alien. Il colonial marine Zula Hendricks guida, per conto della Weyland-Yutani, le missioni di ricognizione all’interno delle navi alla deriva nello spazio. Ma quando si renderà conto che il vero scopo del suo lavoro è trovare gli xenomorfi, il suo obiettivo diventerà distruggerli prima che la Corporazione se ne impossessi. La serie, tuttora in corso negli Stati Uniti, è scritta da Brian Wood e disegnata, tra gli altri dall’italiano Riccardo Burchielli. Le copertine invece sono di Massimo Carnevale.