“Les Rugbymen” in edicola con Corriere dello Sport Stadio e Tuttosport

I quotidiani Corriere dello Sport Stadio e Tuttosport portano in Italia la serie di culto francese a fumetti Les Rugbymen, in un’edizione curata da Compagnia del Fumetto e Excalibur. Si tratta di una serie umoristica pubblicata oltralpe da ormai 12 anni dalla casa editrice Bamboo che, in una decina d’anni, è diventata un vero e proprio punto di riferimento nel genere dei “fumetti sportivi”, e certamente il più celebre fumetto sul rugby di sempre. La serie ha raggiunto nel 2016 quota 14 albi che hanno venduto oltre due milioni di copie, insieme a un manuale con le regole del rugby, uno speciale sul Sei Nazioni e una serie di romanzi illustrati per i ragazzi.

Rugbymen

L’edizione italiana pubblicherà tutti gli episodi della serie in 12 albi settimanali a colori, dal costo di 5,99 € l’uno. Per aiutare anche i meno esperti a destreggiarsi tra le mille regole di questo sport, in appendice verrà proposto a puntate il manuale delle regole del rugby, realizzato con il supporto del giudice internazionale Joel Jutge.

Il primo volume, in uscita sabato 4 febbraio in concomitanza con la prima giornata del Torneo del Sei Nazioni 2017 di Rugby conterrà lo speciale sul Sei Nazioni, con il calendario delle partite e la sezione per comprendere i segni degli arbitri in campo.

Leggi anche: 6 fumetti per il 6 Nazioni

Rugbymen
La copertina del primo numero

Les Rugbymen racconta le avventure della squadra di rugby di Paillar, località immaginaria del sud della Francia dove “anche le rotonde stradali sono ovali”. I protagonisti sono i vari membri, che rappresentano altrettanti stereotipi (per niente falsi) dei ruoli che ricoprono: i piloni interessati solo a mangiare e bere; le seconde grosse, rozze e violente; il mediano di mischia rapido e infido; l’estremo vanitoso e restio a sporcarsi le mani… A cercare di mantenere l’ordine c’è un allenatore feroce, che non esita a sottoporre i suoi giocatori a esercizi tremendi e ad altrettanto tremende diete.

Le tavole di Rugbymen scherzano sulle dinamiche di gioco, tra azioni, falli, fango, mischie, risse e fango. Ma l’umorismo degli autori racconta anche i momenti fuori dal campo, soprattutto il terzo tempo, quando, finita la partita, le due squadre si ritrovano a bere e mangiare.

La serie è certamente pensata per un pubblico di lettori non necessariamente esperto delle regole del gioco. Giocatori ed ex giocatori possono trovare però strizzate d’occhio a volontà e tutte quelle situazioni che può capire davvero solo chi ha portato almeno una volta una palla ovale, messo la testa in una mischia, subito un placcaggio da una terza linea assetata di sangue, schiacciato il naso nel fango, preso un cazzotto o una testata mentre l’arbitro non guardava.

Rugbymen

Anche gli autori di Rugbymen, come i loro personaggi, sono originari del sud della Francia, terra di grande Rugby, e sebbene non abbiano un passato da giocatori professionisti hanno certamente respirato l’odore dei campi infangati e hanno familiarità con l’ovale.

Lo sceneggiatore BeKa è in realtà uno pseudonimo dietro cui si nasconde l’incontro di due spiriti creativi: Caroline Roque e Bertrand Escaich. Coppia nel fumetto e nella vita, lavorano insieme ormai da quasi 15 anni. Prima di creare Les Rugbymen hanno sceneggiato albi di serie già esistenti e di grande successo.

Alexandre Mermin, in arte Poupard, è un disegnatore di classe, a suo agio tanto con le storie realistiche quanto con quelle umoristiche. I suoi primi lavori risalgono al 1989, quando realizza una serie di vignette per alcune testate locali. Dopo vari premi e riconoscimenti, approda a Les Rugbymen. Usa lo pseudonimo di Poupard in riferimento a Franck Poupard, personaggio del film di Alain Corneau Série noire, interpretato da Patrick Dewaere.

Un’anteprima

Il piano dell’opera

1 – La grande famiglia del Sei Nazioni – 4 febbraio

2 – Finalmente in campo – 11 febbraio

3 – Se non vinciamo… perdiamo – 18 febbraio

4 – Non siamo venuti qui a pettinare le bambole – 25 febbraio

5 – Domenica prossima si gioca di sabato! – 4 marzo

6 – Vinceremo… prima o poi – 11 marzo

7 – Si parte in quarta e poi si accelera – 18 marzo

8 – Il risultato non conta. Conta vincere! – 25 marzo

9 – Hanno 15 gambe e 15 braccia come noi – 1 aprile

10 – Il sapore della vittoria – 8 aprile

11 – Insieme siamo una potenza – 15 aprile

12 – Verso la meta! – 22 aprile