Come lavorare per Miyazaki al suo nuovo film

Lo Studio Ghibli è alla ricerca di animatori che partecipino alla realizzazione del nuovo film di Hayao Miyazaki. Con una news sul proprio sito internet, lo studio ha specificato che si tratterà dell’ultimo film del regista e che la durata stimata del lavoro sarà di circa tre anni o più.

miyazaki lavoro

Nell’offerta di lavoro non sono specificati particolari requisiti, se non quelli di aver più di 18 anni e di saper parlare giapponese. Le persone con poca esperienza lavorativa, se selezionate, dovranno imparare le basi e le tecniche richieste durante un corso e un praticantato della durata di sei mesi. Ovviamente per candidarsi, assieme al curriculum, bisogna inviare anche diverse prove di disegno e di animazione.

Il lavoro si svolgerà presso gli uffici dello studio a Koganei, Tokyo, a partire dal primo ottobre 2017. Il turni giornalieri inizieranno alla 10.00 e si concluderanno alle 19.00, per 5 giorni alla settimana e sono previsti straordinari. Lo stipendio previsto è di 200.000 yen (circa 1.700 euro) al mese.

Al momento Miyazaki ha appena completato un corto in CG sul quale stava lavorando, intitolato Kemushi no Boro – ovvero “Boro il Caterpillar”, tratto da una sua vecchia idea, che sarà proiettato presso il museo Ghibli il prossimo agosto.

Lo scorso febbraio, il presidente dello Studio Ghibili Tashio Suzuki aveva detto che dopo il corto Miyazaki era tornato a lavorare a tempo pieno al suo nuovo lungometraggio, ipotizzando un’uscita in concomitanza con le Olimpiadi di Tokyo del 2020. Qualche giorno dopo lo stesso Suzuki aveva in parte ritrattato quanto detto, lasciando intendere che per realizzare un nuovo film Miyazaki avrebbe dovuto avere la disponibilità di molti assistenti.

E ora, con l’annuncio di lavoro, l’ultimo lungometraggio del regista è ufficialmente entrato in produzione.