Radar. 9 fumetti da non perdere usciti questa settimana

L’uomo senza talento (Canicola Edizioni). Giunge finalmente in Italia una delle opere più importanti della storia del fumetto giapponese, vero e proprio caposaldo del filone gekiga (assieme alle opere di Yoshihiro Tatsumi, Seiichi Hayashi e Tadao Tsuge). A trent’anni dal ritiro dalle scene dell’autore (fratello maggiore di Tadao Tsuge) e nell’ottantesimo anno dalla sua nascita, Canicola edizioni porta in Italia un libro che ha segnato la storia del manga “d’autore” e non soltanto, riscoperto e particolarmente apprezzato dalla critica europea sin dalla sua traduzione francese nel 2004. QUI ci sono le prime pagine del volume da leggere.

L'uomo Senza Talento Yoshiharu Tsufe

La ballata di Halo Jones (Editoriale Cosmo). Tra i fumetti del primo periodo inglese di Alan Moore, Halo Jones fu pubblicata sulla storica rivista di fantascienza 2000AD a partire dal 1984 e disegnata da Ian Gibson. La storia ha per protagonista una ragazzina di diciotto anni (la Halo Jones del titolo), che fugge dal proprio luogo di nascita per scoprire l’universo e si imbatte in svariate avventure. La saga fu pubblicata in Italia per la prima volta nel 2008 da Magic Press e ora torna a disposizione per Editoriale Cosmo, che ha già annunciato anche D.R. & Quinch – opera di Moore dello stesso periodo – per giugno.

Residenza Arcadia (Bao Publishing). Daniel Cuello (argentino di nascita ma italiano d’adozione) firma il suo primo graphic novel, ambientato in un condominio popolato di anziani in cui vecchie dinamiche si ripetono quasi all’infinito, in un misto di toni da commedia e drammatici, mentre sui personaggi aleggia una dittatura militare. QUI una nutrita anteprima.

The Private Eye (Bao Publishing). Pubblicato originariamente online sul portale PanelsyndacateThe Private Eye è un hard boiled fantascientifico ideato da Brian K. Vaughan (SagaPaper Girls) e e Marcos Martin (Daredevil). La storia è ambientata in un futuro post-apocalittico nel quale Internet non esiste più, in seguito all’esplosione di un cloud, e pubblico e privato non hanno più distinzione. Al centro delle vicende, un paparazzo senza licenza che si chiama proprio “Private Eye” (ovvero “investigatore privato). QUI trovate la recensione di Daniele Croci.

Avengers – Il Tempo Finisce (Panini Comics). Con questo volume da libreria e fumetteria, Panini ristampa la saga finale della run di Jonathan Hickman sugli Avengers. Ci aspettiamo tanta avventura, idee brillanti e situazioni fantascientifiche old school, nell’ormai classico stile dello sceneggiatore di uno dei più importanti cicli dei Fantastici Quattro degli ultimi decenni.

The Squirrel Machine (Eris Edizioni). Un graphic novel dalle tinte gotiche e dall’approccio introspettivo e criptico. Hans Rickheit è un giovane autore underground americano particolarmente prolifico ma finora inedito in Italia (QUI via abbiamo mostrato il suo studio), con un segno deciso e incisivo in The Squirrel Machine racconta la storia di due fratelli impegnati in pratiche insolite e perverse (come la costruzione di curiosi strumenti musicali usando carcasse di animali), una storia tanto profonda quanto inquietante, che sa insinuarsi nel lettore lentamente, fino a toccarlo in angoli reconditi dell’animo. QUI le prime pagine in anteprima.

Jonathan n. 1 (Gazzetta dello Sport). Uno dei più importanti fumetti realizzati in carriera da Cosey, autore svizzero vincitore del Grand Prix al festival d’Angoulême 2017, finora pubblicato solo parzialmente in Italia. Ora Gazzetta dello Sport, in collaborazione con Nona Arte, lo ripropone in edizione integrale e cronologica in edicola, all’interno della Collana Avventura (a partire dal n. 72 di questa settimana, per un totale di otto uscite). Jonathan è un classico fumetto d’avventura di scuola franco-belga, che narra le vicende e i viaggi del personaggio omonimo, amante dello sci e del motocross, le cui fattezze ricalcano quelle del proprio autore. Le sue storie sono in gran parte ambientate in Asia, India, Nepal e in particolare in Tibet, dove il personaggio si reca con l’intenzione di ritrovare un amore perduto.

Linus n. 5/2017 (Baldini&Castoldi). Il nuovo numero di Linus si presenta con una splendida copertina firmata dal canadese Jesse Jacobs (eccola QUI nella nostra anteprima), che gioca con i personaggi dei Peanuts distorcendoli come fossero alieni mutaforma. Di Jacobs ci sono anche una storia inedita e un’intervista (col nostro Valerio Stivè). Il numero contiene inoltre fumetti e illustrazioni di Dr. Pira, Squaz, Alice Socal e altri. Tra i molti contenuti, nella rubrica da noi curata Nuggets si parla del webcomic Deep Dark Fears di Fran Krause.

La bestia (Sergio Bonelli Editore). Nuovo balenottero Bonelli di quasi 300 pagine, scritto da Bruno Enna e disegnato da Luigi Siniscalchi, che in coppia avevano già realizzato diverse storie per Saguaro. La trama, direttamente dal sito dell’editore:

Sacramento, 1969. L’agente di polizia Bradley East arresta un sospettato durante un controllo di routine, scoprendo ben presto che non si tratta di un semplice ladro d’auto. Da questo momento in poi la sua vita cambia radicalmente, nel bene e nel male. Circa undici anni dopo, la giovane e intraprendente analista dell’FBI Mary Jane Patridge incappa in una serie di delitti inquietanti che conducono proprio a Sacramento e sembrano coinvolgere l’ormai ex agente East. Ha così inizio un gioco perverso e mortale, in cui nessuno è ciò che dice di essere e che conduce inevitabilmente la Bella dentro la buia tana della Bestia.