Lo sfruttamento del licensing di Nathan Never ritorna a Bonelli

Dopo Dylan Dog, anche Nathan Never ritorna a casa. D’ora in avanti, Sergio Bonelli Editore potrà realizzare in piena autonomia progetti legati all’universo narrativo del personaggio – compresi Legs Weaver e Agenzia Alfa –, a partire da film, serie tv e serie animate, oltre che prodotti di merchandising di vario tipo.

La casa editrice ha infatti annunciato di aver siglato un contratto con Platinum Studios Inc. e Scott Mitchell Rosenberg per riacquistare tutti i diritti media e consumer products legati ai personaggi creati da Michele Medda, Antonio Serra e Bepi Vigna nel 1991.

Questa operazione rafforza ancora di più la volontà dell’editore di ampliare il proprio parco progetti, espandendosi oltre i soli fumetti.

Nathan Never

Il comunicato ufficiale riporta le parole di Davide Bonelli, direttore generale della casa editrice:

Quello di ‘Nathan Never’ è uno dei nostri più importanti universi narrativi di fantascienza, pubblicato da oltre 25 anni. Siamo orgogliosi di poter lavorare a progetti di merchandising e trasposizioni in altri media, determinati a raggiungere coraggiosamente territori finora inesplorati.