Bonelli Radar. 9 fumetti da non perdere usciti questa settimana

Radar. 9 fumetti da non perdere usciti questa settimana

Linus luglio 2017 (Baldini&Castoldi). Dietro a questa bella copertina messicana di Peter Kuper (recentemente visto in Italia con Rovine, bel graphic novel ambientato proprio in Messico), che rimette in scena i Peanuts versione dia de los muertos, un ricco sommario con un’intervista a Kuper stesso condotta da Ivan Hurricane Manuppelli; un pezzo di Ivan Carozzi sull’incontro tra un banchiere e una curandera messicana, grazie a un fungo allucinogeno; due brevi storie a fumetti, una di Abraham Diaz e una di Baro & Lucciola, dedicata a Jim Morrison e al live dei Doors in Messico.

Tra gli articoli c’è anche un estratto dalla nostra videointervista a Max Capa – che potete guardare sulle nostre pagine –, tra i padri del fumetto underground italiani, incontrato a Milano durante AFA, il festival del fumetto dedicato alle autoproduzioni che si è tenuto nel maggio scorso al Leoncavallo

Come ogni mese, ci siamo anche noi di Fumettologica, con la rubrica Nuggets, firmata per l’occasione dal savio Andrea Antonazzo.

Qui la nostra infallibile anteprima e il sommario completo.

linus luglio

Topolino n. 3215 (Panini Comics). Subito la parola al nostro Alberto Brambilla, rank 3k di cose Disney:

Numero bello ricco del Topo, con la prima puntata del reboot di Doubleduck annunciato già dalla copertina. In redazione si erano accorti di aver incasinato troppo la trama delle storie di Paperino agente segreto, tra mille diverse società segrete e doppi-tripli-quadrupli giochi e hanno deciso di dare un colpo di spugna e ripartire da capo: via l’Agenzia, sostituita da un gruppo di burocrati feisbuccari e dentro nuovi nemici e scenari. Vitaliano divertente, Freccero in gran spolvero. A chiudere il numero l’ultima puntata di Ducks on the Road di Turconi e Radice, storia che abbiamo già segnalato tra i migliori fumetti di giugno. In centro al numero una storia della serie X-Mickey, piacevole ma non particolarmente originale, e la demenzialità di Cronache del Regno dei Due Laghi di Faraci e Ziche e di una storia muta di Faccini con Paperoga (<3)

Julia n. 266 – Il furto del secolo (Bonelli). Non credo di avere letto mai un numero di Julia nella mia vita, però questa copertina vangoghiana CAMERETTA UNCHAINED mi fa sognare fortissimo. Speriamo che ci mandino il PDF così me lo leggo 😱😱😱 altrimenti mi toccherà andare in stazione a rubare fumetti Bonelli. 😢😢😢

The Complete Alan Moore Future Shocks (Editoriale Cosmo). La raccolta completa delle storie scritte da Alan Moore tra il 1981 il 1983 per Tharg’s Future Shocks, serie ospitata all’interno della celebre rivista inglese 2000AD. Ai disegni ci sono autori del calibro di Dave Gibbons, Alan Davis e Steve Dillon. Sembra una cosa molto interessante.

Qui trovate la nostra scioccante anteprima.

Diabolik n. 7 – La morte va in scena (Astorina). Una regola non scritta su Diabolik che mi sono inventato quando lo leggevo alle medie, ma che poi ho scoperto essere già stata teorizzata anche da altre persone con cui ne ho parlato, recita: se il personaggio in quarta di copertina è uno dei quattro pezzi grossi, ossia Diabolik, Ginko, Eva e Altea (in ordine di importanza), allora è un numero di quelli tosti.

Qui la teoria è un po’ disattesa, visto che in quarta troviamo addirittura EVA E DIABOLIK ASSIEME ma la storia non è esattamente da ricordare: c’è un avido palazzinaro che vuole tirare giù un famoso teatro nel centro di Clerville per costruirci un centro commerciale, peccato che sotto questo teatro si nasconda un rifugio di Diabolik  particolarmente strategico, quindi Diabolik decide di mettere i bastoni fra le ruote al palazzinaro per non perdere il rifugio, fomentato in questa battaglia per la cultura da Eva Kant perché tutti quanti sanno che teatri=bene, Carmelo Bene=benissimo, centri commerciali capitalisti cattedrali del consumismo=male. Insomma, chi non vorrebbe prendere lezioni di senso da civico da un sociopatico che mente, imbroglia, ruba e uccide e dalla sua compagna?

Diabolik – Collezione storica a colori vol. 1 (La Repubblica/L’Espresso). E siccome non c’è mai abbastanza Diabolik nella vostra vita, eccovi la segnalazione di questa nuova collana di riedizioni a colori in allegato al quotidiano La Repubblica e al settimanale L’Espresso. Proposta con cadenza settimanale a partire dal 4 luglio, ogni uscita conterrà due storie e costerà 6,90 € più il prezzo del quotidiano.

Composta da 25 volumi cartonati formato 16×21,5 cm, di 264 pagine a colori ognuno, la serie ripropone le prime 50 storie di Diabolik in ordine cronologico, a partire dal mitico numero uno, Il re del terrore.

Qui se volete leggere qualche pagina in anteprima, avere maggiori informazioni e conoscere il piano completo dell’opera.

La guerra di Alan (Coconino Press) & Martha & Alan (Coconino Press). Doppietta Coconino firmata Emmanuel Guibert. Il primo è l’edizione integrale in volume unico delle memorie della Seconda Guerra Mondiale – da Pearl Harbour al fronte francese – del soldato Alan Ingram Cope, raccolte e disegnate dall’amico fumettista Guibert.

Martha & Alan invece è il terzo volume dedicato alla storia di Alan (il secondo è L’infanzia di Alan, sempre pubblicato da Coconino) e racconta della giovinezza e dell’amicizia fra i due protagonisti nella California degli anni ’30, un rapporto bruscamente interrotto dall’entrata in guerra degli Stati Uniti nel dicembre del 1941. Qui la nostra preziosa anteprima del volume.

Dall’estero:

Jupiters Legacy radar 7 07 17

Jupiter’s Legacy 2 #5 (Image). Numero finale per la seconda serie del fumetto creato da Mark Millar e Frank Quitely. Ve lo segnalo principalmente perché  1. tutti quanto sanno che Mark Millar è il più grande scrittore di fumetti vivente 2. Frank Quitely è un mostro e 3. mi voglio vantare del fatto che gli ho visto disegnare dal vivo alcune delle pagine di questo numero, durante un’intervista/visita al suo studio di Glasgow di cui – se mi passa la summertime sadness che mi impedisce di lavorare – spero leggerete prestissimo su Fumettologica. Intanto vi lascio la recensione alla prima serie, scritta dal nostro immarcescibile Daniele Croci.

Leggi anche: I 5 migliori fumetti pubblicati a giugno 2017

Seguici sui social

53,754FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
19,129FollowerSegui

Ultimi articoli

Sunday Page: Fabio Visintin su Corto Maltese

Per la rubrica Sunday Page, questa settimana ospitiamo il fumettista Fabio Visintin, che discute una tavola di Corto Maltese.

Toshio Saeki: tradizione e perversione [NSFW]

Toshio Saeki è stato un artista giapponese che ha creato lavori contraddistinti da un erotismo estremamente perverso e deviato.
sergio toppi nencetti

Tutte le illustrazioni di Sergio Toppi in 2 volumi giganti

In 60 anni di carriera Sergio Toppi ha realizzato migliaia di illustrazioni. Angelo Nencetti le ha collezionate tutte e ora le ha raccolte in due volumi.