Il Codacons ha denunciato Corto Maltese per istigazione al fumo

Nella giornata di sabato 26 agosto, il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori (Codacons), ha sporto una denuncia contro il personaggio di Corto Maltese, accusandolo, per il suo vizio, di essere fonte di “invito subliminale” al tabagismo.

La denuncia della associazione dei consumatori – resa nota sul portale Codacons – è stata sporta all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, all’Autorità per le garanzie nelle telecomunicazioni e alla Procura della Repubblica di Roma, nello specifico riguardo alla nuova storia inedita di Corto Maltese, Equatoria, pubblicata a puntate sul quotidiano La Repubblica e presto in uscita in volume per Rizzoli Lizard.

corto maltese equatoria
Corto (che non fuma) in copertina.

Secondo il Codacons, il personaggio creato da Hugo Pratt nella storia realizzata dai fumettisti spagnoli Juan Dìaz Canales e Rubén Pellejero (alla loro seconda storia su Corto, dopo il volume Sotto il sole di mezzanotte) sarebbe raffigurato troppo spesso con la sigaretta tra le labbra. La raffigurazione dell’eroe così caratterizzato dal suo vizio «potrebbe integrare una possibile violazione del divieto di propaganda pubblicitaria dei prodotti da tabacco nonché una forma di pubblicità pericolosa contenente messaggi di istigazione al fumo, in particolare verso i minorenni».

Viene inoltre specificato che «il divieto di propaganda pubblicitaria dei prodotti da fumo è esteso ai comportamenti posti in essere da chiunque, e non solo alle società produttrici di sigarette, come chiarito dalla Corte di Cassazione: ciò indipendentemente dall’esistenza, o non, di un accordo tra il titolare del marchio prioritario e colui che successivamente lo utilizzi negli elementi qualificanti».

La questione assume contorni particolarmente curiosi quando il comunicato si chiude con un auspicio del presidente del Codacons Carlo Renzi, praticamente indirizzato direttamente al personaggio, già da tempo vittima di fraintendimenti e incomprensioni (basti pensare a chi lo ha erroneamente creduto o voluto fascista). Renzi e l’associazione si aspettando dunque «che Maltese ‘smetta’ di fumare, ovvero che venga finalmente eliminata la sigaretta dai disegni, cosa che non avvenne per Tex Willer. Nel frattempo, in attesa di questa saggia decisione segnaliamo il caso alle autorità competenti».