News I musei italiani diventano fumetti

I musei italiani diventano fumetti

Coconino Press – Fandango, in collaborazione con il Ministero dei beni culturali, inaugura una nuova collana di fumetti che ha lo scopo di avvicinare i giovani all’arte: 22 volumi realizzati da diversi autori, per raccontare attraverso il fumetto i musei italiani.

fumetti musei coconino mistero beni culturali

Il progetto è stato presentato oggi a Roma, durante una conferenza stampa moderata dal responsabile delle comunicazioni del Minstero dei beni culturali Mattia Morandi, a cui hanno partecipato il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini, il Direttore generale Musei Mibact Antonio Lampis, la Direttrice dell’Istituto Centrale per la Grafica Maria Antonella Fusco, i direttori dei Musei coinvolti, il Direttore Editoriale di Coconino Press – Fandango Ratigher e gli autori dei fumetti.

Si tratta di un’iniziativa che, sul modello di quanto avviene in altri paesi (ad esempio in Francia, dove il Louvre e il Museo d’Orsay pubblicano collane di volumi a fumetti), si propone di diffondere attraverso il fumetto la conoscenza del patrimonio culturale nazionale. I volumi saranno distribuiti gratuitamente nei rispettivi musei ai bambini e ai ragazzi che parteciperanno alle attività didattiche. In seguito si potranno leggere online presso i siti dei musei stessi.

I 22 volumi del progetto hanno una foliazione di 24 pagine che comprende, oltre al fumetto di 18 pagine, brevi testi di presentazione del museo, approfondimenti e immagini delle opere d’arte che sono oggetto del racconto. La grafica di copertina dei volumi è curata da LRNZ, autore dei graphic novel Golem e Astrogamma, nonché di diverse copertine per Einaudi.

I fumettisti hanno lavorato alle storie in totale libertà creativa, dopo una visita approfondita fatta nei musei accompagnati dai rispettivi direttori e staff. Di seguito, l’elenco completo dei musei coinvolti nel progetto e degli autori che hanno realizzato i fumetti.

• Galleria Borghese, Roma – Martoz

• Galleria dell’Accademia, Firenze – Tuono Pettinato

• Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea, Roma – LRNZ

• Galleria Nazionale dell’Umbria, Perugia – Andrea Settimo

• Galleria Nazionale delle Marche – Maicol & Mirco

• Gallerie degli Uffizi, Firenze – Alessandro Tota

• Gallerie dell’Accademia, Venezia – Alice Socal

• Gallerie Nazionali di Arte Antica, Roma – Paolo Parisi

• Musei Reali, Torino – Lorena Canottiere

• Museo e Real Bosco di Capodimonte, Napoli – Lorenzo Ghetti

• Museo Nazionale del Bargello, Firenze – Otto Gabos

• Palazzo Reale, Genova – Fabio Ramiro Rossin

• Parco Archeologico, Paestum – Dottor Pira

• Pinacoteca di Brera – Paolo Bacilieri

• La Reggia, Caserta – Maicol & Mirco

• Gallerie Estensi, Modena e Ferrara – Marino Neri

• Museo Archeologico Nazionale, Napoli – Zuzu

• Museo Archeologico Nazionale, Reggio Calabria – Vincenzo Filosa

• Museo Archeologico Nazionale, Taranto – Squaz

• Palazzo Ducale, Mantova – Sara Colaone

• Parco Archeologico, Pompei – Bianca Bagnarelli

• Parco Archeologico del Colosseo, Roma – Roberto Grossi

“Fumetti nei musei” è anche il titolo di una mostra che espone una selezione delle tavole realizzate dagli autori per questo progetto. L’esposizione, inaugurata oggi, è aperta al pubblico presso l’Istituto Centrale per la Grafica (Via della Stamperia 6. Ingresso libero e gratuito dal 22 febbraio al 1 aprile).

Seguici sui social

52,845FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
18,861FollowerSegui

Ultimi articoli

Powers The Best Ever

Powers di Bendis e Oeming torna con un graphic novel

In occasione dei 20 anni dall'uscita del primo numero, Powers dello sceneggiatore Brian Michael Bendis e del...
logo panini comics

Panini Comics aumenta il prezzo dei fumetti Marvel

Sul nuovo numero del catalogo Anteprima di Panini Comics si nota un aumento dei prezzi per alcuni dei fumetti Marvel in formato spillato.
mia faccia neil gaiman saggi

“Questa non è la mia faccia”, l’antologia di saggi di Neil Gaiman

Un'antologia di 500 pagine che è un buon modo per recuperare il meglio dei saggi scritti da Neil Gaiman tra il 1989 e il 2015.