Cosa c’è nel numero di febbraio di Linus

, la storica rivista di fumetti fondata da Giovanni Gandini nel 1965, è in edicola e libreria da questa settimana con il nuovo numero dedicato alla Cina, in occasione del capodanno cinese che si celebrerà il prossimo il 16 febbraio e dell’inizio dell’anno del cane.

La copertina è disegnata dal Li Kunwu, disegnatore cinese autore della trilogia Una vita cinese pubblicata in tre volumi da ADD, intervistato all’interno dalla sinologa Giada Messetti.

Linus febbraio 2018

La rivista si apre con il rispostone al sondaggione lanciato nel numero di dicembre scorso e una pagina di Calvin & Hobbes ripescata dall’archivio.

Il blocco di articoli dedicato alla Cina, illustrato da Sarah Mazzetti, comprende un reportage sul rapporto tra occidentali e cinesi a Chongqing, un pezzo sull’incredibile vicenda di una donna milanese emigrata in Cina nel 1949, e un pezzo sul ping pong raccontato da un professionista italiano del tennis tavolo.

La satira è dedicata alla sinistra, in vista delle imminenti elezioni politiche, ed è curata da Giorgio Cappozzo con contributi di Stefano Andreoli di Spinoza.it, Lo Sgargabonzi, Valerio Lundini e Alessandro Antonelli. Hamilton Santhià, sempre a proposito di campagna elettorale, ci parla dell’utilizzo del meme nella propaganda politica.

Paolo Mossetti, nella sezione «Napolinus», scrive un pezzo originale e militante sul valore politico espresso nella scena musicale neomelodica napoletana, allargando lo sguardo su simili culture musicali nel Mediterraneo e nei Balcani. Per la rubrica «Comedians», Giulio D’Antona ha invece intervistato Claudio Bisio.

Tra le rubriche ci sono le recensioni di fumetti firmate da Raffaele Alberto Ventura, la musica raccontata da Alberto Piccinini, milanesiana di Maurizio Milani e il solito trump trump di Oliviero Bergamini. Tra i fumetti, oltre Rufolo di Fabio Tonetto, ci sono I nasoni di Joshua Held, Gli Scarabocchi di Maicol&Mirco e le consuete strisce, da Doonesbury a Wumo.

Di seguito, il sommario completo e alcune pagine in anteprima:

SOMMARIO

1 EDITORIALINUS/Pietro Galeotti

4 RISPOSTONE/Ecco i risultati del sondaggione

8 COPERTINA

Lascia che sia/Intervista a Li Kunwu/Giada Messetti

14 L’ANNO DEL CANE

Bianchi a Chongqing/Dilettante
Storia di una piuma/Ivan Carozzi
Si dice tennistavolo non ping-pong/Nicola Cavagnera

30 NON È SATIRA/VERSO IL VOTO/ LIBERI E UGUALINUS

Per una nuova sinistra/Stefano Andreoli
Renzi = Berlusconi?/Valerio Lundini
Le case di tolleranza zero nei confronti dei graffitari/Alessandro Gori
Guida (TV) ai programmi della sinistra/Alessandro Antonelli

40 COMEDIANS

Claudio Bisio/Giulio D’Antona

48 PATERLINUS

Nel caso mi accompagneresti?/Piergiorgio Paterlini

54 POLITICA

Il meme dei cretini è sempre incinto/Hamilton Santià

66 NAPOLINUS

Internazionale neomelodica/Paolo Mossetti
Enzo cantava/Antonio Pascale

FUMETTI

6 Calvin&Hobbes/Bill Watterson
7 Minivip/Bruno Bozzetto
22 Peanuts/Charles M. Schulz
36 Gli scarabocchi/Maicol&Mirco
44 I quaderni di Esther/Riad Sattouf
50 I sopravvissuti/Hurricane
56 Papa Dictator/Michael Bayer
61 This modern World/Tom Tomorrow
62 Doonesbury/Garry B. Trudeau
70 Wumo/Wulff & Morgenthaler
76 Rufolo/Fabio Tonetto
85 Perle ai porci/Stephan Pastis
92 Dilbert/Scott Adams
100 Monty/Jim Meddick
111 I Nasoni/Joshua Held

RUBRICHE

42 milanesiana/Maurizio Milani
58 take the cannoli/Marina Viola
59 take the cannoli/Lorenza Pieri
60 il solito trump trump/Oliviero Bergamini
77 musica/Alberto Piccinini
78 fumetti/Raffaele Alberto Ventura
80 albi/Diletta Colombo
82 libri/Carlo Mazza Galanti
108 scherzi da peres/Ennio Peres
112 visti dai faccioni/Leonardo CanellaLinus febbraio 2018

 

Linus febbraio 2018

 

Linus febbraio 2018

 

Linus febbraio 2018