15 incontri sul fumetto da non perdere al Be Comics! di Padova

A Padova, dal 23 al 25 marzo, si svolgerà la seconda edizione di Be Comics!, fiera dedicata a fumetto, games e cosplay che animerà diversi luoghi del centro storico. Il programma dell’evento, che comprende ben 10 mostre, offrirà anche una serie di incontri riguardati le aree tematiche trattate: comics, giochi, videogiochi, cosplay, area junior e youtuber.

In particolare, le conferenze sul fumetto si preannunciano interessanti, tra ospiti internazionali come il disegnatore di Marvel Comics Gabriel Walta e alcuni dei più improntati autori italiani. Saranno diversi, quindi, gli eventi da non perdere: dallo show disegnato di Sio all’incontro tra Milo Manara e Manuele Fior. Per questo motivo, abbiamo preparato una breve guida. Eccola di seguito, in ordine cronologico con i dettagli ripresi dal programma ufficiale.

programma be comics 2018 padova

Venerdì 23 marzo

(Ri)disegnare Padova – 15:00 – San Gaetano – Spazio35

Partecipano: Moreno Burattini, Claudio Calia, Massimo Giacon, Ugo Schiesaro (Manzone).

L’ambientazione urbana, nel fumetto, ogni tanto è davvero importante. E per alcuni fumettisti Padova lo è stata e continuerà ad esserlo in futuro. Un confronto sull’esperienza di quattro autori che hanno spesso lavorato su Padova, tra luoghi, colori, mappe e progetti nel cassetto.

Nuove forme del dark – 17:00 – San Gaetano – Spazio35

Partecipano: Vinci Cardona, Ratigher, Spugna.

C’era una volta il dark, un immaginario e un’estetica che ha segnato gli anni 80/90 e che sembrava dissolta. Eppure, nell’anno del ritorno del Corvo, il fumetto italiano sembra riguardare a quel filone, lasciandolo esplodere nelle sue più diverse sfaccettature: il grottesco e il mostruoso, la tensione e gli scenari (post-)apocalittici.

40 anni di Super Robot – 17:00 – San Gaetano – Spazio 18 piano terra

Partecipano: Sandro Cleuzo, Luca Vanzella, Vincenzo Filosa, Marco Bellano.

Se Mazinga e Goldrake hanno superato i 40 anni dagli esordi in Giappone, il loro ricordo coincide ormai con un pezzo di storia della cultura pop. Anzi, con molti pezzi, e molto differenti. Ne discutono un animatore, uno sceneggiatore e un disegnatore che con i “robottoni”, tra fumetti e cartoni animati, hanno condiviso una fetta importante delle loro carriere.

Raccontare i confini – 18:00 – San Gaetano – Spazio35

Partecipano: Andrea Ferraris, Carlos Spottorno.

Gli autori di due reportage visivi tanto potenti quanto diversi – un fumetto e un ‘fotoromanzo’ – si confrontano sullo stesso tema: i migranti e i loro viaggi. Verso l’Occidente ma, soprattutto, lungo alcuni tra i più “caldi” confini del pianeta, come quelli tra Messico e Stati Uniti e tra Europa e la sua “periferia”. Un dialogo su una grande sfida del presente, sui pericoli delle frontiere e sulle speranze dell’attraversamento.

Sabato 24 marzo

Si rischia di ridere – 11:00 – San Gaetano – Spazio35

Partecipano: Tito Faraci, Sio.

Due autori di punta del fumetto umoristico italiano, dopo le collaborazioni su TopolinoRidi Paperoga! e il loro primo libro comune, Le entusiasmanti avventure di Max Middlestone, raccontano le loro idee su topi, paperi, cani alti trecento metri, umorismo nonsense e il senso della risata nel (serio) fumetto di oggi. Con qualche anticipazione sui loro nuovi progetti.

15 strisce in 30 minuti – 13:00 – San Gaetano – Auditorium

Partecipano: Sio

Questa volta potrebbe essere più semplice del solito (forse). Ecco dunque a voi lo spettacolo di disegno in cui Sio, in un momento di relax, disegnerà ben (solo?!) 15 strisce a fumetti in 30 minuti!

Disegnare e (o) dipingere? – 15:00 – San Gaetano – Spazio35

Partecipano: Gabriel Walta, Federico Bertolucci, Davide Aurilia, Alice Milani.

Nel fumetto disegnare può voler dire (anche) dipingere. Una convivenza a volte difficile, altre molto naturale. Quattro disegnatori confrontano le loro esperienze nella pittura e nel fumetto per raccontarne le sovrapposizioni e i conflitti, tra problemi tecnici, sensibilità grafiche e obiettivi narrativi.

Marvelvisioni – 16:00 – San Gaetano – Spazio35

Partecipano: Gabriel Walta, Werther Dell’Edera, Evil Monkey.

I supereroi hanno sempre offerto immaginari ai confini della fantascienza. Negli ultimi anni, però, le fantasie più sfrenate hanno lasciato spazio alle dimensioni più ordinarie delle vite ‘super’. Ne discutono due disegnatori che hanno lavorato, in particolare, su alcune delle più grandi icone Marvel, da Visione a Spider-Man, da Dr. Strange agli X-Men.

Colori caldi, emozioni fredde – 17:00 – San Gaetano – Spazio 18 piano terra

Partecipano: Barbara Baldi, Bianca Bagnarelli, Luke Healey.

Quando il colore, oltre ad arricchire il racconto, è usato per trasmettere emozioni, dalla tavolozza possono nascere soluzioni affascinanti. E persino paradossi. Tre autori di talento discutono gli obiettivi e le scelte per rappresentare sensazioni fredde, ma sfruttando la forza dei colori più caldi.

L’arte delle copertine: Mercurio Loi – 18:00 – San Gaetano – Spazio35

Partecipano: Alessandro Bilotta, Manuele Fior, Evil Monkey.

Se le copertine contribuiscono a definire la personalità di un fumetto, Mercurio Loi ne è un esempio di eccellenza. Firmate da Manuele Fior, tra colori di terra e luci abbaglianti, le copertine della serie Bonelli sono un’elegante fusione tra atmosfere classiche e una leggerezza quasi eterea. Ne discutono il creatore della serie e il disegnatore.

Domenica 25 marzo

Il (nuovo) western è un (antico) caos – 13:00 – Fiera di Padova – Area Youtubers, Padiglione 78

Partecipano: Capitan Artiglio, Vinci Cardona.

Il vecchio West è un luogo strano: sembra ripetersi uguale a sé stesso finché, quando meno te lo aspetti, qualcosa di inatteso entra in scena. Dinosauri, Barabba, cyborg cacciatori di teste, parenti di Gesù… In due libri recenti, che segnano l’esordio nel fumetto pop di due promettenti autori ventenni, il western si trova frullato in una rinfrescante miscela ipercromatica. Nel 70° anniversario di Tex Willer, due fantawestern ambiziosi che offrono tutta un’altra idea del West “all’italiana”.

Mercurio Loi: un anno dopo – 15:00 – San Gaetano – Spazio35

Partecipano: Alessandro Bilotta, Sergio Gerasi, Francesco Cattani, Andrea Borgioli.

A quasi un anno dal debutto della serie regolare, Mercurio Loi si è affermato non solo come una solida fiction storica nella Roma ottocentesca, ma come una riflessione sui meccanismi del racconto. Merito della qualità della scrittura e dell’eleganza nei disegni che, insieme, rinnovano la tradizione del fumetto “popolare d’autore”.

Le fantavisioni di Fior e Manara – 15:00 – San Gaetano – Auditorium

Partecipano: Milo Manara, Manuele Fior, Matteo Stefanelli.

Due grandi interpreti dell’eleganza nel disegno. Due fumettisti al confine tra pittura e illustrazione. Due narratori eclettici, tra Storia e fantascienza. Due maestri di generazioni diverse, fumettisti italiani tra i più noti e premiati nel mondo, si confrontano, per la prima volta, sul loro lavoro e sul loro rapporto con gli immaginari della finzione e del fantastico.

Amicizie brucianti – 16:00 – San Gaetano – Spazio35

Partecipano: Silvia Rocchi, Andrea Settimo.

Raccontare l’amicizia, nel fumetto di oggi, è diventato una sfida narrativa tanto sottile quanto drammatica. Fra uomini o fra donne, fra coetanei e non, tre giovani talenti del fumetto italiano si confrontano sulle sfumature di relazioni che da solide possono diventare liquide – o viceversa – grazie alle storie di personaggi in bilico tra progetti futuri e bilanci sul passato.

Il fumetto è relax – 8:00 – San Gaetano – Spazio35

Partecipano: Dr. Pira, Sio

Che cosa è il fumetto? A cosa serve, e a chi? Domande complesse, con molte risposte. Ma tra le certezze, una spicca per la sua sfrontata verità: rilassare chi legge e, persino, chi li crea. L’evento di chiusura del festival Be Comics! 2018: un dialogo sul fumetto, le sue abitudini di lettura e quelle di creazione, in compagnia di due professionisti nell’arte del… relax.

Il programma completo è consultabile sul sito della manifestazione.