Si può andare in vacanza in Wakanda, la terra di Black Panther?

Il successo del film ispirato al personaggio Marvel di Black Panther sta avendo effetti inaspettati sui fan e soprattutto sul pubblico generalista.

Evidentemente, in molti non sanno che Wakanda, la terra di origine dell’eroe afroamericano, non esiste nella realtà. Si stanno così verificando fenomeni piuttosto singolari, come un forte incremento di ricerche della location sui portali di prenotazione online di hotel.

Stando a Hotelscan, è aumentato del 620% il numero delle persone che raggiungono la pagina del Wakanda Waterpark nel Wisconsin (USA), mentre il sito Hotels riporta che le ricerche per lo stesso parco quest’anno sono aumentate del 55%. Un responsabile di Hotelscan ha affermato che questo aumento è sintomo del fatto che chi cerca la destinazione di Wakanda non è consapevole del fatto che si tratti di un luogo immaginario. Allo stesso modo, i portali comunicano anche un incremento di ricerca dei nomi simili a Wakanda, come Wauconda in Illinois (USA) o Wakaya nelle Isole Fiji.

Leggi anche: “Black Panther”, la recensione. Andiamo tutti a Wakanda, per sempre

wakanda black panther
Senza nulla togliere al parco nel Wisconsin – sicuramente suggestivo -, le motivazioni dietro questo forte incremento delle ricerche sono probabilmente collegate al successo del film. Del resto, anche su YouPorn nelle ultime settimane in homepage è apparsa una stringa di video consigliati ironicamente come “Hot videos in Wakanda” (ovviamente con protagonisti attori di colore).