Autoproduzioni AFA 2018, il festival delle Autoproduzioni Fichissime Andergraund

AFA 2018, il festival delle Autoproduzioni Fichissime Andergraund

Dal 4 al 6 Maggio 2018 a Milano, presso il Leoncavallo in via Watteau 7, si terrà la terza edizione di AFA, festival delle Autoproduzioni Fichissime Andergraund, manifestazione dedicata al fumetto indipendente, alle fanzine e alle autoproduzioni.

Tre giorni di mostra-mercato, incontri, workshop (di serigrafia, collage, rilegatura) e concerti con oltre 130 autori e collettivi. Tra gli appuntamenti più attesi, sarà per la prima volta in Italia Tom Bunkun, uno dei più prolifici autori del fumetto underground europeo e americano. Croato d’origine, ma newyorkese d’adozione, ha disegnato per Mad Magazine, la rivista Raw di Art Spiegelman e le famose figurine Garbage Pail Kids, da noi note come Sgorbions.

afa fumetti 2018 leoncavallo milano

Bunk, autore del manifesto dell’evento, sarà protagonista di una mostra personale (la sua prima allestita in Italia) che spazia dagli esordi croati, passando per il periodo berlinese dei primi anni Ottanta, la pittura influenzata dalla Nuova Oggettività tedesca, i primi comix autoprodotti fino ai lavori per Mad.

Di seguito, il programma della manifestazione e gli ospiti:

INCONTRI E MOSTRE

L’epopea di Tomas Bunk
Il grande autore nato in Croazia nelk 1945, cresciuto a Berlino e diventato celebre a New York, sarà presente ad AFA e si racconterà, tra le prime esperienze e le copertine di Mad e Raw, passando per le celebri figurine Garbage Pail Kids, qui note come Sgorbions. Una mostra a lui dedicata ne racconta il primo periodo tedesco, e un album di figurine realizzato da oltre 80 autori italiani e internazionali, in vendita durante il festival, ne omaggia l’operato trentennale.

La creazione del Tex situazionista
120 autori italiani, francesi, spagnoli, tedeschi, brasiliani e colombiani, hanno reinterpretato tavole del celebre fumetto italiano Tex, smontandolo e ricostruendolo a proprio piacimento. Una mostra e un libro ad alto tasso di follia accompagnano il pubblico verso una simpatica analisi, e una feroce satira, del più noto personaggio del fumetto nostrano. Le tavole che compongono il manoscritto risalgono ad oltre vent’anni fa, ma risultano ancora attuali.

Il caso Stigma – Sabato alle 18.30
Un incontro per conoscere il recente progetto editoriale creato da Gabriele di Benedetto in arte Akab, autore tra i più importanti della scena indipendente artistica italiana. Akab, curatore e direttore editoriale del progetto, insieme ad alcuni degli autori coinvolti racconta la nascita e lo sviluppo del progetto, con Tiziano Angri, Akab, Pablo Cammello, Spugna, Marco Galli, DArkam, Officina infernale, Luca Negri, Alberto Ponticelli, Dario Panzeri, Squaz, Marco Corona.

LABORATORI

Sabato 5 maggio, alle 14.00
Rilegatura con Libri Finti Clandestini, storico collettivo italiano che mescola arte, editoria e riciclaggio, curatore di residenze internazionali e italiane, tra cui Red BrickHouse 2015 a Yokohama, Taipei Art Book Fair, Tokyo art Book Fair e la Biennale di architettura a Venezia.
http://librifinticlandestini.com

Domenica 6 maggio, alle 13.00
Collage con il collettivo Oltre collage, collettivo lombardo con Emidio IsHere, Franz Samsa, Zeno Peduzzi, Cranico Zine, Franz Murtas che ha recentemente pubblicato il secondo numero della loro zine OLTRE. Hanno esposto a Roma e recentemente a Livorno con ì la mostra Deep Cuts.
http://oltrecollagecollective.tumblr.com

MUSICA

– Venerdì 4 maggio, dalle 23.00

Al Doum & The Faryds
Il supergruppo progressive folk,al cui interno si celano gli organizzatori del festival dell’amore galattico ZUMA, tornano a calcare il palcoscenico del Leoncavallo per presentare il loro ultimo album Spirit Rejoin.

Asino
Il duo Giacomo “Jah” Ferrari (voce, batteria) e Orsomaria Arrighi (voce, chitarra), dopo gli EP Carne e Muffa, presenta la loro terza fatica AMORE, tra distorsioni e provocazioni.

Giønson
Un vero e proprio supergruppo, tra i cui membri annoveriamo Alessandro Caneva (Perro Diablo, Momumental ma soprattutto organizzatore del Mobfest da dieci anni e produttore di gruppi come Gazebo Penguins, Fratelli Calafuria, My own Voice e Verme), Mauro Marchini (chitarra dei Fine before you came), Jacopo Lietti (voce dei Fine before you came, e protagonista in numerose collaborazione, dai Verme a Generic Animal, dagli Havah ai Do nascimento) e Lelone alla batteria (Gettin’ grey, Php).

Laika Nello Spazio
Trio di recente formazione, con due bassi e batteria, che spazia dal post punk alla new wave anni 80, con Marco Carlos Carloni alla batteria, Vittorio Capella e Simone Bellomo ai bassi.

Soul Finger
Fino alle 4 del mattino, dj set che da anni infuoca bar eritrei, locali, centri sociali e piazze milanesi, con sonorità funk e blues.

– Sabato 5 maggio, dalle 23.00

Lobo
Future Music, Soundsystem Culture & Raw Electronic Flavour Club Night & Radio Show
con DNN, Daemon Tapes, Ormeye e Turbojazz.

Degenere
Crew che intraprende un viaggio attraverso più generi musicali possibili, cogliendo il mood e le sfumature di qualsiasi party e dancefloor. Quello che ne deriva è una chimica esplosiva a base di Electro, Funk, Dancehall, Drum’n’Bass, Mash-Up, Hip-Hop, Reggae, House, Soul e tante altre contaminazioni non identificabili ad un unico genere.

AUTORI

Akab – Aldo Monticelli – Ale Inganno – Alex Prosperi – Alex Zani – Ambrasbrama – Andres Jensen – Art&Cafe – Art of Grotesquer – Artma – Bolo Paper – Cammello – Carles – Claudia Pastori – Cranico – Cristalli Rosso Porpora – Dario Arcidiacono – David Bacter – Davide Ratti – Dorian X – Deborah senza H – Ekate – El Rughy Art – Elena Pagliani – Elias Tano – Enzo Jannuzzi – Fagiano – Federica Bellomi – Filicio – Giacomo Spazio – GGT – Hurricane Ivan – Jacopo Starace – Jazz Manciola – Julie Maggi – La Fabbrica di braccia – La Pipette Noir – Lucio P – Madest – Manfredi Ciminale – Marcello Baraghini – Marco Falatti – Marie Cecile – Martin Lopez Lam – Martoz – Mirko e le Nevralgie Costanti – Nanà Dalla Porta – Noura Tafeche – Officina Infernale – Oral Giacomini – Oroboro – Paolo Cabrini – Pazzestorie – Pedron – Prenzy – Pirini – Regular Size Monster – Rastabbello – Ritardo – Roberta Joe Muci – Rocco Lombardi – Sdolz – Sert – Simona Ugolotti – Simone Chiolerio – Spugna – Stefano Zattera – Storie Matte – Strolippo – Tommy Gun – Traumart – Vermi di Rouge – Vincenzo Sparagna & Maila Navarra – Vincino – Vito Manolo Roma – Zeta Art e molti altri

I COLLETTIVI
Art of Sool – Bricola e Spazio Wow – Caffè Zanardi – Cani e porci – Cargo Edizioni – Carnevegan – Crack – Crisiplastica – Cut it off – Doner Club – Dr. Mabuse – &Type – Ediciones Valientes – Game Over – Herecomesthepoverty – Homie House Press – Idrolab Unit – Kalifano Edizioni – Kolon – Kunstkabinet – Libri Finti Clandestini – Lok Zine – Olè fest – Oltre Collage – Okkult Punk Gang – Passenger press – Perpetua Edizioni – Premiata Serio – Ratatà – Retroastetica – Schiene Pelose – Serileo – Serio Collective – Spazio BK – Spazio Galileo – Sputnik – Le strade bianche di Stampa Alternativa – Stigma – Tenderete – This is not a love song – Uomini Nudi che Corrono – Wunderkammer e molti altri

LE RIVISTE
Frigidaire – Il Malmostoso – L’Antitempo – L’Ombroso – Pelo – Phorno – Pornom – Puck! – Snuff Comix

INFO

Autoproduzioni Fichissime Andergraund
Milano, Leoncavallo, via Watteau 7, Milano 20125
Orari
:
VEN 4 16.00 – 04.00 (chiusura salone 23.00)
SAB 5 14.00 – 04.00 (chiusura salone 23.00)
DOM 6 14.00 – 20.00

Ingresso
: 5 euro

Seguici sui social

52,961FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
18,886FollowerSegui

Ultimi articoli

angouleme

Angoulême 2020: tutte le nomination (inclusi 2 autori italiani)

Sono state comunicate le nomination della 47ª edizione del Festival International de la Bande Dessinée di Angoulême,...

15 anni di Canicola Edizioni

Un’idea di fumetto, un progetto culturale, l'editore Canicola compie 15 anni e con questa intervista ripercorriamo la loro storia.
radiant j-pop tony valente

Tony Valente: «In Radiant racconto rifiuto e accettazione del diverso. Migranti inclusi»

Tra gli shonen manga di successo in Europa negli ultimi anni, Radiant è una curiosa anomalia. Tony Valente ci racconta com'è nata la serie e il suo futuro.