Made in Abyss 2: Il secondo strato

A due mesi dal debutto italiano, torna nelle nostre fumetterie il seinen Made in Abyss, pubblicato in Italia da J-Pop. La serie firmata da Akihito Tsukushi ha già riscosso un considerevole successo commerciale in Giappone, e si è anche fatta apprezzare per la qualità grafica e narrativa, tanto da essere candidata al Manga Taisho, uno dei più importanti premi nell’editoria di manga.

Leggi anche: Made in Abyss, volume per volume

made in abyss 2 manga

Cosa succede nel volume 2:

Dopo essere fuggiti dalla città di Orth ed essere precipitati nel “primo strato” dell’Abisso, Riko e Reg si incamminano verso il secondo strato, dovendo affrontare strani fenomeni e animali feroci. Il loro primo obiettivo è raggiungere il campo di osservazione, dove si dirigono tutti i cercatori esperti. Ma lì incontreranno una persona legata al passato di Riko, che potrebbe porre fine al loro viaggio prima del tempo.

Come nel precedente volume, anche qui l’autore dimostra una notevole fantasia inventando animali, piante, tesori e strani fenomeni. Il gusto per il worldbuilding emerge nelle minuziose descrizioni, tanto che in certi momenti sembra di leggere il diario di viaggio di un esploratore. Inoltre, anche qui Riko e Reg riescono a farci divertire grazie alla loro sbadataggine e ai modi impacciati, tanto che persino Reg, pur essendo un cyborg, appare come un personaggio molto umano.

Una differenza sta invece nel fatto che, rispetto al primo volumetto, qui troviamo molte più scene d’azione. Più i due protagonisti scendono nelle profondità dell’Abisso e più aumentano i pericoli, che spingono Reg a cercare di risvegliare la sua forza latente.

Le principali novità di questo secondo numero non riguardano solo la trama, ma anche l’aspetto grafico, che sceglie la via della variazione e della disomogeneità. Se nel primo prevalevano toni fin troppo chiari, qui essi si trovano solo nella prima metà del volume: nella seconda, invece, veniamo immersi in un’ambientazione oscura, tetra e carica di tensione, dovuta al fatto che Riko e Reg si imbatteranno in una figura ben più inquietante di tante bestie selvatiche.

made in abyss 2 manga j-pop

Annotazioni sparse:

  • A marzo è stato annunciato che dall’anime di Made in Abyss verranno tratti due film la cui uscita è prevista per il prossimo inverno. I loro titoli sono Made in Abyss: Tabidachi no Yoake (“Made in Abyss: Partenza all’alba”) e Made in Abyss: Horo Suru Tasogare (“Made in Abyss: Vagabondi al crepuscolo”).
  • Parlando del primo volume, avevamo già spiegato come l’Abisso sia ispirato all’Inferno di Dante; questa analogia trova un ulteriore conferma nel fatto che il secondo strato viene chiamato “Foresta delle tentazioni”, un chiaro riferimento al girone dei lussuriosi che, non a caso, era il secondo girone dantesco.
  • Per Akihito Tsukushi Made in Abyss rappresenta l’esordio come mangaka: tuttavia, tra il 2006 e il 2007 egli aveva lavorato nel reparto animazione della serie anime Otogi-Jūshi Akazukin (una produzione Madhouse niente male, inedita in Italia).