Un vignettista palestinese è stato trattenuto e interrogato dalle autorità israeliane

Il 31 maggio il vignettista politico palestinese Mohammad Sabaaneh è stato trattenuto per cinque ore al passaggio del confine israeliano al ponte Allenby. Sabaaneh era di ritorno a Ramallah, dove abita, dopo essere stato ospite di un festival di fumetto a Bastogne, in Belgio. Durante le ore di fermo, le autorità di confine israeliane lo hanno intimidito confiscandogli uno dei suoi lavori più importanti.

Sabaaneh era già stato arrestato nel 2013 al confine con la Giordania, imprigionato per cinque mesi. Da allora, la sua produzione fu particolarmente influenzata dall’esperienza.

Mohammad Sabaaneh
Sabaaneh lavora per il quotidiano Al-Haya Al-Jadeda ed è membro dell’International Cartoon Movement. All’estero ha collaborato con varie testate, tra cui World War3 Illustrated fondata da Peter Kuper e Seth Tobocman.

Gli abitanti della Striscia di Gaza subiscono limitazioni di spostamento da parte delle autorità israeliane, che occupano militarmente i territori. Due milioni di residenti sono quasi del tutto impossibilitati a viaggiare, poiché è vietato loro l’utilizzo dell’aeroporto israeliano di Ben Gurion, costretti a passare il confine israeliano con la Giordania e usare l’aeroporto di Amman.

Leggi anche: Famoso vignettista turco incarcerato per aver offeso Erdogan