DC Comics cancella fumetto di autore accusato di reati sessuali

La serie Vertigo Border Town è stata chiusa da DC Comics a seguito delle accuse di reati sessuali che stanno coinvolgendo uno degli autori, lo scrittore Eric Esquivel.

broder town eric esquivel dc comics vertigo

Le accuse provengono da Cynthia Naugle, ex impiegata di un negozio di fumetti, che sul suo blog ha raccontato come un certo “X”, proprietario del negozio di fumetti dove lei lavorava, le abbia fatto fatto subire violenze fisiche e psicologiche (il post è piuttosto esplicito e non tralascia dettagli).

Un paio di giorni dopo, la Naugle su Twitter ha dato maggiori indicazioni riguardo all’identità di X. Gli indizi portano a Eric Esquivel, che è infatti stato manager di un negozio di fumetti a Tucson, in Arizona, prima di diventare autore.

Naugle ha poi confermato indirettamente il nome di Eric Esquivel tramite il sito The Outhouser. Sono seguite dichiarazioni del disegnatore di Border Town Ramon Villalobos e della colorista Tamara Bonvillain, che hanno espresso il volere di abbandonare la serie.

DC Comics non ha rilasciato nessun comunicato ufficiale sulla vicenda, ma Polygon riporta che dopo una verifica interna l’azienda ha deciso di cancellare la serie con il numero 4, fermando la produzione e la distribuzione dei numeri 5 e 6 e ritirando dal commercio i numeri precedenti.

Esquivel nel frattempo ha cancellato i propri account social, escluso il profilo Twitter, che ha reso privato, e si è espresso con una dichiarazione inviata a Polygon, di cui riportiamo un estratto:

[…] voglio chiarire che [le accuse] sono false. Nonostante la nostra relazione fosse non convenzionale, abbiamo sempre trattato l’un l’altro con dignità e rispetto.

Incoraggio indagini indipendenti e offro la mia collaborazione sulle accuse, che sono certo si riveleranno false.

Border Town era iniziata lo scorso settembre. È stata la prima serie Vertigo la cui tiratura del numero 1 è andata sold out da Sandman Overture #1 del 2013. La storia racconta di una città dell’Arizona invasa da mostri del folklore messicano, dopo la frattura al confine tra due mondi. L’espediente fantastico porterà il racconto a esplorare tensioni sociali e razziali.