Rubriche #tavolidadisegno Nello studio di Giacomo Nanni

Nello studio di Giacomo Nanni

Per la rubrica #tavolidadisegno, siamo entrati nello studio di Giacomo Nanni (Prima di Adamo, La vera storia di Lara Canepa, Storia di uno che andò in cerca della paura) che ha da poco pubblicato il suo nuovo libro per Rizzoli Lizard, intitolato Atto di Dio (QUI la nostra recensione del libro).

studio giacomo nanni

Quali sono i progetti a cui stai lavorando attualmente?

Sto terminando di lavorare ad un libro che si intitola Pour faire une tarte aux pommes, il faut un pépin de pomme (traduzione letterale: “Per fare una torta di mele, ci vuole un seme di mela”). È un libro per bambini progettato e scritto da Bastien Contraire (fra i fondatori del festival Fanzine! di Parigi e autore di Intrusi). Il libro verrà pubblicato in Francia l’anno prossimo da Albin Michel Jeunesse.

Rivisitando la classica ricetta della torta di mele, Bastien Contraire ha inventato un libro che si può leggere ai bambini molto piccoli, ma è anche un oggetto unico nel suo genere, essendo possibile leggerlo in modo circolare, senza fine, perché contiene anche la storia di come la ricetta passa di mano in mano, grazie al seme della mela. Il libro è rilegato a spirale e tecnicamente è privo di copertina.

Sto anche lavorando ad un nuovo libro a fumetti e quindi negli ultimi mesi sto studiando qualche nuova tecnica con pennarelli, perché voglio realizzarlo su carta. 

studio giacomo nanni

Quali strumenti usi per disegnare?

Per il libro con Bastian Contraire uso una tavoletta grafica Cintiq 13HD. L’ho usata per il mio libro più recente, Atto di Dio, e anche per tutti i progetti e le commissioni che ho ricevuto negli ultimi anni. Invece, come dicevo, per il mio prossimo libro a fumetti sto tornando alla carta: oltre a pennarelli Uniposca e Promarker Windsor & Newton, uso un pennino Leonardt abbastanza piccolo e morbido e un righello scorrevole. Si trovano anche carte da lucido da 180 grammi, quindi molto spesse, ma preferisco quella classica, più sottile.

studio giacomo nanni

Hai qualche abitudine prima di metterti a disegnare?

Non ho abitudini precise e inderogabili. Se lavoro a casa, faccio prima colazione e poi mi lascio distrarre da notizie varie. Se devo andare in atelier faccio doppia colazione, perché dopo mezzora di metro appena arrivo mi preparo un altro caffè, oppure prendo quello che è già stato preparato dai colleghi di atelier, se ne è rimasto.     

studio giacomo nanni

Ci sono libri o fumetti che devono essere a portata di mano mentre disegni?

Non esattamente libri. Tutta la documentazione che utilizzo in genere la trovo sul web. Ho iniziato a lavorare così a partire dal libro su Casanova

studio giacomo nanni

Hai un oggetto in studio a cui sei particolarmente affezionato?

No.

Seguici sui social

49,506FansMi piace
1,498FollowerSegui
2,645FollowerSegui
17,657FollowerSegui

Ultimi articoli

grand hotel abisso fumetto tunue

Un po’ di pagine da “Grand Hotel Abisso” di Marcos Prior e David...

In anteprima presentiamo le prime pagine di Grand Hotel Abisso", fumetto scritto da Marcos Prior e disegnato da David Rubín, pubblicato da Tunué.
iron kobra stigma

“Iron Kobra”, collage, supereroi e paranoia

Recensione di "Iron Kobra", fumetto realizzato da Officina Infernale con la collaborazione di Akab, edito da Eris Edizioni sotto l'etichetta Stigma.
manifesto arf 2019 palumbo

Gli incontri di Arf! 2019

L'organizzazione di Arf!, il festival romano del fumetto e dell’illustrazione, ha diffuso il programma degli incontri con il pubblico dell'edizione 2019.