Per Neil Gaiman “Good Omens” non avrà una seconda stagione

good omens neil gamain

Lo scrittore Neil Gaiman ha dichiarato che secondo lui la serie televisiva Good Omens – ispirata al suo libro omonimo scritto a quattro mani con Terry Pratchet – non avrà una seconda stagione. Gaiman si è espresso in proposito durante una conferenza stampa.

«Ora sono molto contento di non dover più fare lo showrunner (la figura che cura la realizzazione di una serie tv. Ndr) […]. Finalmente posso tornare a scrivere romanzi a tempo pieno.»

Nonostante la serie – di sei episodi, distribuita su Amazon Prime Video a partire dal 31 maggio – si concluda con un cliffanger, Gaiman ci tiene a specificare che Amazon non ha mai fatto pressione affinché lo show abbia un seguito.

Inoltre, la morte di Terry Pratchett avvenuta quattro anni fa è un elemento in più a dissuadere Gaiman dal continuare la storia. A far sperare i fan in un sequel c’erano speculazioni dietro al seguito abbozzato del romanzo stesso, che aveva il titolo 668 – The Neighbour of the Beast, in realtà mai realizzato, a causa del trasferimento di Gaiman negli Stati Uniti e della morte di Pratchett.

La storia di Good Omens è una commedia fantastica che si svolge nel 2018, anno in cui si compie il volere divino e l’umanità deve affrontare l’apocalisse e il Giudizio Universale. L’angelo Aziraphale e il demone Crowley, però, non sono d’accordo, e decidono di allearsi per fermare la fine del mondo e trovare l’Anticristo.

Leggi anche:
“Good Omens” di Gaiman e Pratchett diventa una serie tv Amazon
30 anni di “Sandman”
Neil Gaiman: “Vi spiego perché il nostro futuro dipende dalla lettura e dalla fantasia”