Il “New York Times” non pubblicherà più vignette di satira politica

Il quotidiano statunitense New York Times ha annunciato che a partire da luglio non pubblicherà più vignette che abbiano a che fare con la politica. È una decisione che nasce a seguito della pubblicazione in aprile sull’edizione internazionale del giornale di una vignetta ritenuta antisemita da parte dell’opinione pubblica.

La vignetta è del disegnatore portoghese António Moreira Antunes, e rappresenta Donald Trump cieco con al guinzaglio il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu (la riportiamo sotto).

Leggi anche:
Quando la satira è pericolosa (oppure no)
La satira disegnata e il fumettista della crudeltà
Un fumetto di Joe Sacco sui limiti della Satira, in risposta all’attentato a Charlie Hebdo
In Ruanda fare vignette “umilianti” sui politici è un reato penale

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui.