News Curiosità I poster cinesi dei film dello Studio Ghibli

I poster cinesi dei film dello Studio Ghibli

In Cina sono usciti recentemente nelle sale cinematografiche due film dello Studio Ghibli – per la prima volta dopo anni dalla prima uscita in Giappone – e per promuoverli sono stati realizzati dei poster particolarmente affascinanti.

I poster sono stati curati dalla fumettista e illustratrice Zao Dao, nota in Italia per i libri Il soffio del vento tra i pini, Carnet selvaggio, Vagabondaggi.

Di seguito le affiche realizzate per La città incantata, distribuito questo mese.

studio ghibli cina poster
studio ghibli cina poster
studio ghibli cina poster
studio ghibli cina poster

Il primo film è stato Il mio vicino Totoro, a 30 anni dalla sua prima uscita in Giappone, ecco di seguito il poster.

studio ghibli cina poster

Prossimamente usciranno nelle sale cinesi anche Laputa. Il castello nel cielo, Il castello errante di Howl, La principessa Mononoke e Si alza il vento.

Leggi anche:
Nascerà un parco dello Studio Ghibli
Vita e poetica di Isao Takahata, maestro dell’animazione
Gli easter egg dei film dello Studio Ghibli [Video]
Miyazaki ha ragione: “anime was a mistake”
Il nuovo corto dello Studio Ghibli ispirato a un’antica stampa giapponese
Star Comics ristampa Lamù di Rumiko Takahashi

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui.

Seguici sui social

55,720FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
19,711FollowerSegui

Ultimi articoli

rebibbia quarantine zerocalcare

L’episodio finale di “Rebibbia Quarantine”, la serie di Zerocalcare

Nel corso della puntata di Propaganda Live di questa settimana, Zerocalcare ha presentato il terzo episodio della serie animata "Rebibbia Quarantine".

Tintin alle prese con il Coronavirus

Durante il periodo di pandermia la rete non risparmia meme e parodie a tema, e anche Tintin si ritrova a che fare con il Coronavirus.
albert uderzo asterix

L’avventura di Albert Uderzo, il gallico

Matite e Ferrari, cause legali e riconoscimento artistico: la carriera di Albert Uderzo, dalla periferia di Parigi all'Olimpo del fumetto.