News "Tomie" di Junji Ito ispirerà una serie live action

“Tomie” di Junji Ito ispirerà una serie live action

La piattaforma di streaming Quibi ha annunciato di essere al lavoro su una serie televisiva live action ispirata al manga Tomie del fumettista giapponese Junji Ito.

Junji Ito tomie

Gli episodi della serie saranno della durata di 10 minuti, e saranno diretti da Alexandre Aja (The Hills Have Eyes) per la scrittura di David Leslie Johnson-McGoldrick (The Conjuring). Entrambi ricopriranno il ruolo di produttori esecutivi, mentre Hiroki Shirota sarà co-produttore.

Il fumetto Tomie è pubblicato in Italia da J-Pop. È una storia horror e racconta di una ragazza di nome Tomie, che viene brutalmente assassinata dai compagni di classe all’inizio della storia, ma torna presto dalla morte per cercare vendetta.

La piattaforma Quibi debutterà negli Stati Uniti il 6 aprile 2020. Per Tomie non è ancora stata comunicata una data di uscita.

Leggi anche:
In una spirale di terrore. Intervista a Junji Ito
• 
Junji Ito, la (ri)scoperta del maestro del manga horror
Guida ai manga di Junji Ito pubblicati in Italia
“Uzumaki”, la perversa e spaventosa spirale di Junji Ito
“Lovesick Dead”, gli orrori urbani di Junji Ito
Il manifesto di Junji Ito per il Toronto Comic Arts Festival
Il trailer della serie animata Amazon “Undone”

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui.

Seguici sui social

52,862FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
18,862FollowerSegui

Ultimi articoli

Leiji Matsumoto lucca comics 2018

Leiji Matsumoto ricoverato in ospedale a Torino, è in rianimazione

Leiji Matsumoto, noto per essere il creatore di Capitan Harlock, è stato ricoverato per un malore all'ospedale Molinette di Torino.
takei they called us enemy

I 5 migliori fumetti del 2019 secondo Publishers Weekly

Publishers Weekly ha stilato sul sito online la propria lista dei 5 migliori fumetti distribuiti negli Stati Uniti nel 2019.

I fumettisti italiani disegnano i cartoni animati del passato

Alcuni autori italiani di fumetto hanno partecipato a un progetto intitolato "This is Not Bim Bum Bam" che omaggia popolari cartoni animati del passato.