News Un fumetto Marvel è stato censurato in Brasile per un bacio gay

Un fumetto Marvel è stato censurato in Brasile per un bacio gay

Lo scorso fine settimana Marcelo Crivella, sindaco di Rio de Janeiro, in Brasile, ha ordinato il ritiro di un fumetto Marvel dalla Bienal Internacional do Livro – la biennale internazionale del libro di Rio – a causa di contenuti da lui ritenuti «non adatti ai minori». Il libro conteneva infatti un bacio gay tra Wiccan e Hulkling, due personaggi degli Young Avengers.

Crivella, un ex pastore evangelico eletto nel 2017 e politicamente vicino al presidente del Brasile Jair Bolsonaro, ha spiegato che la sua azione aveva lo scopo di «rispettare la legge e difendere la famiglia», dato che il libro – contenente la serie del 2010 Avengers: The Children’s Crusade di Allan Heinberg e Jim Chung – avrebbe dovuto essere verificato e sigillato all’interno di un cellophane, perché altrimenti avrebbe potuto «diffondere l’omosessualità tra i bambini».

In un primo momento, il giudice Heleno Ribeiro Pereira Nunes del tribunale di Rio de Janeiro ha respinto l’ordinanza del sindaco, affermando come questa non rispettasse la libertà d’espressione garantita dalla costituzione brasiliana.

La posizione di Crivella è stata inoltre criticata dalle associazioni che si occupano di diritti delle persone omosessuali e dagli stessi organizzatori del festival. Durante la fiera inoltre ci sono state varie manifestazioni di protesta, con persone che hanno indossato bandiere arcobaleno o che si sono baciate in pubblico.

Il 7 settembre, la Folha de San Paulo, il quotidiano brasiliano più venduto, ha pubblicato in prima pagina, in grande, un disegno dei due personaggi intenti a baciarsi, come segno di protesta nei confronti delle politiche omofobe del sindaco, intitolando «Crivella tenta di censurare un fumetto con un bacio gay ma viene fermato».

young avengers bacio gay censura

La decisione del tribunale è stata però in seguito rovesciata dal presidente della Corte di Giustizia Claudio de Mello Tavares, che ha stabilito come il sindaco e la sua giunta potessero bloccare la vendita delle copie del libro e che la decisione precedente avesse comportato un problema di ordine pubblico, impedendo alle autorità cittadine di tenere la situazione sotto controllo.

Il disegnatore Jim Chung ha commentato la situazione affermando che «non c’erano motivazioni o secondi fini nascosti nell’opera allo scopo di promuovere un particolare stile di vita o di concentrarsi su un determinato pubblico. La scena semplicemente illustra un momento di tenerezza fra due personaggi che hanno una relazione stabile».

«Il fatto che questa serie di quasi un decennio fa venga ora portata sotto i riflettori dal sindaco forse mette solo in luce quando lui sia fuori dal mondo» ha continuato il disegnatore. «La comunità LGBTQ è qui per restare, e darò il mio amore e il mio sostegno a coloro che continuano a lottare per essere riconosciuti e perché la loro voce venga ascoltata.»

Leggi anche:
L’edizione gigantesca di “Marvels”
Riace e l’immigrazione in un fumetto di Marvel Comics
La lettura di Watchmen e altri fumetti è stata vietata nelle carceri della Florida

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui.

Seguici sui social

51,774FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
18,496FollowerSegui

Ultimi articoli

“Ramo”, un delicato racconto su morte e amore

In anteprima presentiamo ben sedici pagine da “Ramo”, graphic novel di Silvia Vanni, già autrice di “Salomè” e “La città dei cuori innocenti”.
planetes omnibus manga Makoto Yukimura

“Planetes”, un romanzo di formazione nello spazio

"Planetes" di Makoto Yukimura è un manga di hard sci-fi ma al cui centro di tutto rimane il concetto di amore ed empatia tra esseri umani.
diario vitt jacovitti

Diario Vitt, Lupo Alberto e Sio: 70 anni di diari a fumetti

La storia dei diari scolastici a fumetti, a partire dal secondo dopoguerra e dal mitico Diario Vitt, fino ai più recenti lavori di Sio.