News Emil Ferris sarà ospite a Lucca Comics 2019

Emil Ferris sarà ospite a Lucca Comics 2019

La fumettista americana Emil Ferris sarà ospite di Lucca Comics & Games 2019 (30 ottobre – 3 novembre), in collaborazione con la casa editrice Bao Publishing. L’autrice sarà inoltre protagonista di una mostra presso Palazzo Ducale con le tavole originali di La mia cosa preferita sono i mostri, il suo pluripremiato graphic novel di esordio.

emil ferris mostra lucca comics 2019 la mia cosa preferita sono i mostri

A partire dalla fine dello scorso anno, Emil Ferris e La mia cosa preferita sono i mostri hanno vinto nel nostro paese tutti i più importanti riconoscimenti fumettistici, tra cui il Gran Guinigi come miglior graphic novel in occasione di Lucca Comics 2018 e il Premio Comicon 2019 come miglior graphic novel straniero.

A questi si aggiungono tre premi Eisner nel 2018 (miglior graphic novel inedito, miglior autrice e migliore colorazione) il Fauve d’Or per il miglior album al Festival International de la Bande Dessinée di Angoulême 2019 e il premio della critica francese ACBD 2019.

Leggi anche:
A Lucca polemiche per lo spettacolo teatrale su “Cinzia” di Leo Ortolani
Nuove anticipazioni su Lucca Comics & Games 2019
“My Favorite Thing is Monsters” di Emil Ferris, il caso editoriale dell’anno

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui.

Seguici sui social

53,878FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
19,172FollowerSegui

Ultimi articoli

Il trailer della serie “Ghost in The Shell: SAC_2045” di Netflix

Netflix ha diffuso il trailer di Ghost in The Shell: SAC_2045, la nuova serie animata basata sul manga Ghost in the Shell di Masamune Shirow.
raymond pettibon

Raymond Pettibon, tra arte e fumetto

Dalle fanzine punk alle pareti del MoMA, come Raymond Pettibon ha conquistato l'arte contemporanea passando attraverso il fumetto.

“Diario di Hanako”, la tragedia dell’Olocausto e il sogno di una riconciliazione

"Diario di Hanako" di Machiko Kyō è ambientato in un passato alternativo dove forze estremiste replicano l'Olocausto nei confronti dei giapponesi.