Recensioni Novità Il vuoto e il disagio in "Reiraku – La caduta" di Inio...

Il vuoto e il disagio in “Reiraku – La caduta” di Inio Asano

Inio Asano si conferma autore tra i più interessanti dell’attuale panorama fumettistico giapponese. Lontano dai generi e dagli approcci narrativi che spopolano nel paese del Sol Levante, Asano continua imperterrito il suo personale viaggio nelle tortuose vie dell’instabilità umana, dei lati oscuri e inquietanti dell’uomo ma anche del desiderio a tratti utopico di una felicità che se c’è è solo in superficie. Solanin, La fine del mondo e prima dell’alba e soprattutto Buonanotte, Punpun sono alcune delle coordinate di un discorso limpido e spietato che racconta l’oggi e la complessità dell’esistenza. 

reiraku

Reiraku – La caduta, edito da Planet Manga, rappresenta un ulteriore e coraggioso passo in avanti nel corpus autoriale di Inio Asano. È la storia di Kaoru Fukasawa, un famoso mangaka che finalmente porta a termine la sua opera di maggior successo. Successivamente vive una sorta di blocco che lo costringe a ripensare a se stesso e alla sua vita, con importanti conseguenze.

Reiraku mostra innanzitutto la bravura tecnica del suo autore che conferma le direttive per cui già lo conosciamo: meraviglioso uso dei retini, cura dei dettagli, composizione delle tavole sempre precisa e talvolta ardita. Pur essendo una storia statica e lineare, Reiraku offre al lettore una dinamicità ottenuta tramite due strumenti: il primo è la straordinaria capacità di Asano di generare sequenze fluide, pur optando spesso per silenzi ingombranti; il secondo è la scelta di ritmare la storia con i sentimenti e le emozioni dei personaggi che, a conti fatti, sono i veri protagonisti di questo fumetto.

reiraku

Kaoru Fukasawa vive una duplice condizione: ciò che appare e ciò che è. Questa frizione lo paralizza e spezza il suo equilibrio, portando anche a gravi conseguenze lavorative. La domanda che si pone Asano, dunque, è: quanto sappiamo veramente dei nostri idoli? L’atto di creare è catartico del liberarsi dei propri incubi e delle proprie ossessioni?

Il vagabondare di Kaoru, perennemente alla ricerca di un senso, ricorda quello dei personaggi del cinema di Antonioni, tesi verso un nulla esteriore che, alla fine, rispecchia il loro. Reiraku stesso è un manga difficilmente catalogabile, che riflette, immerso nella frenetica e schizofrenica contemporaneità, circa il vuoto emotivo che attanaglia la nostra società. Un fumetto che pensa alla dualità (ciò che siamo e come veniamo percepiti tramite le nostre opere o ciò che scriviamo sui social) e che concepisce il presente e in particolare il settore del manga come un incubo in cui la verità fatica a emergere se non nella sua forma più oscura. 

reiraku

In pochi come Inio Asano sono in grado di fotografare il disagio esistenziale di oggi e restituircelo con tanta trasparenza e lucidità intellettuale. E questo è, forse, il motivo per cui Asano, ora come ora, andrebbe considerato tra i più importanti mangaka contemporanei.

Reiraku – La caduta
di Inio Asano
traduzione di Mayumi Kobayashi
Planet Manga, giugno 2019
brossura, 248 pp., colore e bianco e nero
12,90 €

Leggi anche:
Nello studio di Inio Asano
Un nuovo manga di Inio Asano da leggere online
Inio Asano e l’elefante (o l’astronave) nella stanza

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui.

Seguici sui social

53,244FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
18,944FollowerSegui

Ultimi articoli

strange academy fumetto marvel

“Strange Academy”, il nuovo fumetto Marvel di Skottie Young e Humberto Ramos

A partire da marzo, Marvel Comics pubblicherà la nuova serie "Strange Academy", spin-off del Doctor Strange in stile Harry Potter.

Un po’ di pagine dalla nuova serie di Spider-Man 2099

Marvel Comics ha presentato le copertine e alcune tavole in anteprima dal primo numero della nuova serie dedicata a Spider-Man 2099.
preference systeme ugo bienvenu

Il fumetto vincitore del Premio della Critica francese ACBD

L'edizione 2020 del premio della critica ACBD, tra i più importanti riconoscimenti francesi per il fumetto, è stato assegnato a Ugo Bienvenu.