News Le mostre dell'edizione 2019 di BilBOlbul

Le mostre dell’edizione 2019 di BilBOlbul

bilbolbul 2019

Dal 29 novembre al 1 dicembre di svolgerà a Bologna l’edizione 2019 del festival di fumetto e illustrazione BilBOlbul. L’organizzazione ha reso note le mostre che inaugureranno durante la manifestazione, eccole di seguito.

Heimat, di Nora Krug

30 novembre 2019 – 6 gennaio 2020 | Museo internazionale e biblioteca della musica
Inaugurazione: 29 novembre h 19

Promossa da BilBOlbul Festival internazionale di fumetto, Goethe-Institut Roma in collaborazione con Istituto di Cultura Germanica Bologna, Museo internazionale e biblioteca della musica, Giulio Einaudi Editore, Strane Dizioni, main partner Gruppo Hera.

Heimat è la parola tedesca che indica il luogo d’origine, dove ogni persona forma la propria identità. Come i ricordi in cui affonda le radici, l’identità è frammentaria: un insieme di esperienze in mutazione continua.La mostra è organizzata proprio secondo la logica del frammento: alle tavole di Heimat (Einaudi, 2019) si affiancano le fotografie, i manoscritti, i cimeli del terzo Reich e i documenti che Krug ha raccolto durante le sue lunghe ricerche. A dimostrazione che gli oggetti, tanto quanto la scrittura e il disegno, portano con sé l’idea del passato e della storia.

Dopo BilBOlbul, la mostra Heimat si sposta a Roma: Nora Krug – Heimat 17 gennaio – 22 mar 2020Goethe-Institut (via Savoia 13/15) – Roma

Eine Retrospektive, di Nora Krug

30 novembre 2019 – 6 gennaio 2020 | Galleria Portanova 12
Inaugurazione: 30 novembre h 19:30

A cura di Strane Dizioni, in collaborazione con Goethe-Institut Roma, Istituto di Cultura Germanica Bologna, Giulio Einaudi Editore, Strane Dizioni

Prima di Heimat, Nora Krug ha sperimentato parecchio. Nora Krug: Eine Retrospektive traccia, attraverso una selezione dall’archivio dell’autrice, un percorso a ritroso fino ai suoi esordi, per dimostrare quanta strada può fare un tratto se lasciato in libertà e manovrato da una fertile mente.

Una storia dell’amore, di Yvan Alagbé

30 novembre – 20 dicembre 2019 | Accademia di Belle Arti di Bologna
Inaugurazione venerdì 29 novembre h 18.30

In collaborazione con Accademia di Belle Arti di Bologna, Canicola, Libreria Stendhal – Roma

«Scrivere una storia dell’Amore vuol dire proporre una riscrittura della Storia. Una storia dell’Amore è una storia delle religioni, una storia dell’arte, una storia delle storie».
Lo scrive Yvan Alagbé nel suo Apocalypse des oiseaux, un tentativo durato otto anni (e ancora in corso) di raccogliere in un unico volume la storia dell’amore. Da questo libro impossibile, che pure è quanto più si avvicina alla sua poetica, prende il titolo la mostra che porta per la prima volta in Italia la sua arte. Dal realismo spiazzante di Negri gialli e altre creature immaginarie (Canicola, 2019) passando per le provocazioni di Demoniak fino all’impresa di disegnare la storia dell’amore, la mostra è un percorso artistico e politico, intimo e universale, che riscrive i confini del fumetto.

Eros mostro, di Yvan Alagbé

30 novembre – 7 dicembre 2019 | Squadro Stamperia Galleria d’Arte
Inaugurazione sabato 30 novembre h 20.30

A cura di Squadro Stamperia Galleria d’Arte, in collaborazione con Accademia di Belle Arti di Bologna, Canicola, Libreria Stendhal – Roma

Dal racconto inedito che Yvan Alagbé ha disegnato per l’edizione italiana di Negri gialli e altre creature immaginarie (Canicola, 2019), nasce la mostra realizzata in collaborazione con la galleria Squadro: una serie di serigrafie che raccontano la storia improbabile ma vera di una valigia dimenticata su un treno…

Giorni nuovi… E migliori?, di Chris Reynolds

30 novembre – 20 dicembre 2019 | Spazio B5
Inaugurazione venerdì 29 novembre h 20

In collaborazione con Tunué

Dopo Mauretania, graphic novel seminale uscito a inizio anni Novanta, Chris Reynolds è scomparso dalle scene, pur continuando a produrre. BilBOlbul celebra il suo ritorno con una mostra che raccoglie le tavole originali di Un mondo nuovo (Tunué, 2019, in collaborazione con BilBOlbul), la raccolta dei suoi principali racconti curata da Seth, illustrazioni inedite, e l’integrale di Mauretania, il cui protagonista Monitor, un’entità dal volto sempre coperto da un casco, è tra i suoi personaggi più celebri.

Alberto Breccia. Il signore delle immagini

30 novembre 2019 – 7 gennaio 2020 | Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna
Inaugurazione sabato 30 novembre h 12

Promossa e organizzata da Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.
In collaborazione con Comune di Bologna – Istituzione Biblioteche Bologna
A cura di Daniele Brolli
In occasione di BilBOlbul. Festival internazionale di fumetto

È stato maestro del fumetto seriale e di quello autoriale. Ha realizzato graphic novel quando ancora non esistevano. Ha usato la china e la pittura, il collage e il fotoritocco. Ha gettato uno sguardo negli abissi dell’animo umano, sia in quelli psicologici, sia, nel loro estremo più infame e collettivo, in quelli delle atrocità dittatoriali, ed è tornato indietro a darne un racconto per immagini, trovando sempre il modo di intrattenere il lettore con grande rispetto per la sua intelligenza. Ha raccontato visivamente un’epoca oscura sapendo mettere insieme tocchi duri e poetici, ha usato metodo nella follia, e viceversa. Alberto Breccia è stato amato da intellettuali italiani come Oreste del Buono, Umberto Eco e Fruttero & Lucentini, che lo hanno considerato fuori dal coro di chi ha fatto del narrare per immagini semplicemente un lavoro.

Diana sottosopra, Kalina Muhova

19 novembre 2019 – 6 gennaio 2020 | MAMbo Museo d’Arte Moderna di Bologna – Dipartimento educativo
Inaugurazione 19 novembre h 16 – A seguire, laboratorio per bambine e bambini a cura di Canicola

A cura di Canicola Associazione Culturale, in collaborazione con Comune di Bologna – U.I.  Pari Opportunità, Tutela delle differenze, Contrasto alla Violenza di genere in occasione della Settimana dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza 2019.

Un’immersione nell’universo di Diana e del Piccolo Popolo attraverso tavole a fumetti, disegni e materiali di riferimento che compongono l’immaginario dell’autrice. Il percorso espositivo è pensato per adulti e bambini.

Taccuino selvaggio

30 novembre – 3 dicembre 2019 | Millenium Gallery
Inaugurazione 30 novembre h 19

In collaborazione con Accademia di Belle Arti di Bologna, Festival La violenza illustrata
realizzato da Arci Bologna, in collaborazione con Hamelin Associazione Culturale, Millenium Gallery, Checkpoint Charly. Con il contributo di Regione Emilia-Romagna nell’ambito del progetto “Polimero” promosso da Arci Emilia-Romagna e sponsorizzato da L’Artistica.

Se è l’occhio a guidare lo spaesamento dell’artista, è la mano che ne traccia le rotte, a volte a tentoni – cambiando direzione millimetro dopo millimetro – a volte a colpo sicuro.
Il taccuino fa tesoro di questi esperimenti, mai definitivi e che funzionano come appunti di viaggio, appunti per una storia, per un quadro o per il gusto di tenere viva la connessione occhio-cuore-testa-mano.

Al taccuino è dedicata la sesta edizione del Premio nazionale Arci FARBEN, che celebra lo sketchbook come luogo del tentativo, della freschezza dell’errore e del non finito. I taccuini originali degli artisti e delle artiste vincitori del premio, selezionati da una giuria di qualità, sono esposti insieme a quelli di alcuni ospiti di BilBOlbul.

Lara, di Ida Cordaro

28 novembre – 7 dicembre 2019 | IGOR Libreria / Senape Vivaio Urbano
Inaugurazione 28 novembre h 19

La mostra raccoglie le tavole originali e i disegni preparatori di Lara, il racconto a fumetti pubblicato da Canicola nella collana I Quindici.

BBB Room

Inaugurazione 1 dicembre h 19.30 | Albergo Al Cappello Rosso

L’albergo Al Cappello Rosso è diventato nel tempo una sorta di carnet degli ospiti di BilBOlbul. Fin dalle prime edizioni del festival, l’hotel ospita gli artisti invitati e chiede loro di lasciare una traccia della loro presenza a Bologna. Sono nate così le BBB Room: stanze
a tema che ogni anno uno o più artisti sono invitati a trasformare, ridisegnare, riallestire. Negli anni si sono succeduti: Blexbolex, Liniers, Ruppert & Mulot, Alessandro Baronciani, Anna Deflorian, Alice Socal, Laurent Moreau, Bastien Contraire.

BBB Room di Mariachiara Di Giorgio

Inaugurazione 1 dicembre h 19.30 | Albergo Al Cappello Rosso

In collaborazione con Topipittori

Mariachiara Di Giorgio, illustratrice e autrice di Professione Coccodrillo, trasforma una delle stanze dell’Albergo Al Cappello Rosso, popolandola coi suoi personaggi.

BilBOlbul ROOM 2018, allestimento curato da Kalina Muhova

Inaugurazione 1 dicembre h 19.30 | Albergo Al Cappello Rosso

Accanto alla stanza di Amandine Meyer, una seconda camera raccoglie le illustrazioni dedicate all’hotel e realizzate dagli ospiti dello scorso anno, in un set creato ad hoc da Luca Di Sciullo.

Accanto alla stanza di Mariachiara Di Giorgio, una seconda camera raccoglie le illustrazioni dedicate all’hotel Al Cappello Rosso realizzate dalle artiste e dagli artisti ospiti dell’edizione 2018, in un set creato ad hoc da Kalina Muhova.

8×15 Quindici anni di fumetto e illustrazione in Accademia

30 novembre – 20 dicembre 2019 | Accademia di Belle Arti di Bologna
Inaugurazione 29 novembre h 18

A cura di Accademia di Belle Arti di Bologna

Per festeggiare i quindici anni del corso di Fumetto e Illustrazione dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, una mostra presenta i lavori di otto studenti e studentesse, presenti e passati, che dai loro progetti di tesi sono arrivati alla pubblicazione, illustrando il processo che dalla didattica arriva all’oggetto editoriale.

Leggi anche:
Una grande mostra di Alberto Breccia a BilBOlbul 2019
Il manifesto dell’edizione 2019 del festival BilBOlbul

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui.

Seguici sui social

52,898FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
18,868FollowerSegui

Ultimi articoli

Braccio di Ferro segar

Sunday Page: Alessandro Lise su Braccio di Ferro

Per la rubrica Sunday Page, questa settimana ospitiamo il fumettista Alessandro Lise che discute una tavola dal Braccio di Ferro di Segar.
Leiji Matsumoto lucca comics 2018

Leiji Matsumoto ricoverato in ospedale a Torino, è in rianimazione

Leiji Matsumoto, noto per essere il creatore di Capitan Harlock, è stato ricoverato per un malore all'ospedale Molinette di Torino.
takei they called us enemy

I 5 migliori fumetti del 2019 secondo Publishers Weekly

Publishers Weekly ha stilato sul sito online la propria lista dei 5 migliori fumetti distribuiti negli Stati Uniti nel 2019.