“Visa transit”, il nuovo fumetto di Nicolas de Crécy

Presentiamo in anteprima alcune pagine dal primo volume di Visa transit, il nuovo fumetto di Nicolas de Crecy (Diario di un fantasma, Prosopopus, Il celestiale bibendum, La repubblica del Catch).

Visa transit – cartonato a colori, 27,00 euro – è pubblicato da Eris Edizioni e sarà presentato in anteprima a Lucca Comics & Games 2019. Dopo, sarà distribuito in fumetteria e libreria dal 12 novembre 2019, ma si può ordinare anche online.

Di seguito la sinossi diffusa dall’editore e le prime 8 pagine del volume:

Estate 1986: poco dopo la tragedia di Chernobyl, Nicolas de Crécy e suo cugino, ventenni, partono per un lungo viaggio on the road con una vecchia e scassata Citröen Visa. Con a bordo una piccola biblioteca improvvisata e dormendo nei sacchi a pelo, attraversano il nord Italia, la Jugoslavia, la Bulgaria fino alla Turchia. Visa Transit è un racconto autobiografico, l’autore mescola i ricordi di viaggio a quelli d’infanzia, dando vita a una profonda riflessione sugli ultimi decenni dell’Europa: da quella dei visti e delle frontiere, a quella della libera circolazione e del turismo dei voli low-cost. Lo stesso titolo è un gioco di parole tra il nome della macchina e la parola visto (visa in francese). In un mondo diviso in blocchi, il viaggio è scandito dai controlli dei documenti a ogni confine – e dalla paura che questi momenti comportano – a cui fa da contrasto la luce calda e solare dei paesaggi attraversati e degli incontri rimasti impressi nella memoria.

Leggi anche:
De Crécy o la ricerca dell’umile (fumetto) nell’arte
Nicolas De Crécy, il fumetto come continua ricerca e sfida personale

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui.