News È morto Gahan Wilson

È morto Gahan Wilson

gahan wilson morto
Gahan Wilson nel 2010 | Foto di Joe Mabel via Wikipedia

Il fumettista e illustratore statunitense Gahan Wilson, che da tempo soffriva di demenza senile, è morto oggi all’età di 89 anni. La notizia è stata data dal suo figliastro Paul Winters.

Gahan Wilson è stato un disegnatore molto noto tra gli anni Cinquanta e Settanta grazie alle sue vignette e illustrazioni dai toni satirici e grotteschi, ispirati ai lavori di Charles Addams, pubblicate su riviste come Collier’s, The New Yorker e Playboy. Proprio i lavori per quest’ultimo giornale sono tra i più famosi dell’autore e sono stati raccolti nel 2009 in una lussuosa edizione da Fantagraphics Books, intitolata Gahan Wilson: 50 Years of Playboy Cartoons.

Una vignetta di Gahan Wilson per Playboy

Wilson è stato anche un prolifico autore di illustrazioni per libri per bambini, tra cui quelli della serie di Matthew Looney, scritti da Jerome Beatty Jr. Tra i suoi fumetti, invece, va ricordata la striscia Nuts, pubblicata sulle pagine di National Lampoon e anch’essa raccolta in tempi recenti da Fantagraphics Books, che racconta in maniera cinica e cupa le disavventure di un ragazzo.

Leggi anche: Playboy cessa la pubblicazione di vignette umoristiche

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui.

Seguici sui social

53,272FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
18,956FollowerSegui

Ultimi articoli

federico memola fumetti

È morto Federico Memola, creatore di “Jonathan Steele”

Il fumettista italiano Federico Memola, noto per aver creato Jonathan Steele per Sergio Bonelli Editore, è morto la mattina di domenica 8 dicembre.
diario stefi grazia nidasio

Sunday Page: Sualzo sul “Diario della Stefi” di Grazia Nidasio

Per la rubrica Sunday Page, questa settimana ospitiamo Sualzo che discute una tavola dal "Diario della Stefi" di Grazia Nidasio.

Il teaser della seconda stagione di “The Boys”

Amazon Prime Video ha diffuso il primo teaser della seconda stagione di "The Boys", la serie televisiva ispirata al fumetto omonimo di Ennis e Robertson.