News Anteprime "Le semplici cose", il nuovo fumetto di De Giovanni e Accardi

“Le semplici cose”, il nuovo fumetto di De Giovanni e Accardi

In anteprima presentiamo le prime pagine di Le semplici cose, il nuovo graphic novel di Massimiliano De Giovanni e Andrea Accardi pubblicato da Feltrinelli Comics.

le semplici cose fumetto feltrinelli accardi

Le semplici cose – brossura, 128 pagine, 16,00 euro – è distribuito in fumetteria e libreria dal 7 novembre 2019, e si può ordinare anche online.

Di seguito, la sinossi diffusa dall’editore e le prima 14 pagine del fumetto:

Enrico e Matteo hanno quarant’anni e desiderano diventare genitori. Il loro rapporto è stabile, si sono da poco uniti civilmente, così si rivolgono a un’agenzia di surrogacy californiana e conoscono Melanie, disposta a portare avanti una gravidanza per loro. La maternità surrogata è di per sé un cammino complesso, ma Enrico e Matteo devono scontrarsi anche con il pregiudizio di chi li circonda, di chi li ama ma non va comunque oltre il rifiuto, di chi accetta l’omosessualità ma non tutto ciò che questa comporta.

L’ostacolo più grande da sconfiggere è però la leucemia di Matteo, che all’improvviso mette tutto in discussione, la ricerca di un figlio, il rapporto con Enrico, i progetti di tutta una vita. Ma la malattia può essere anche un’occasione per ricucire amicizie e incomprensioni familiari. Una commovente storia d’amore che indaga su un tema che scuote e divide, rivelando uno dei nervi scoperti più insidiosi della nostra società.

le semplici cose fumetto feltrinelli accardi
le semplici cose fumetto feltrinelli accardi
le semplici cose fumetto feltrinelli accardi
le semplici cose fumetto feltrinelli accardi
le semplici cose fumetto feltrinelli accardi
le semplici cose fumetto feltrinelli accardi
le semplici cose fumetto feltrinelli accardi
le semplici cose fumetto feltrinelli accardi
le semplici cose fumetto feltrinelli accardi
le semplici cose fumetto feltrinelli accardi

Massimiliano De Giovanni è nato a Bologna nel 1970 e vive a Ferrara. Artefice dell’invasione dei manga in Italia con la Kappa Edizioni, inizia a firmare sceneggiature per il fumetto collaborando con Monkey Punch, per il quale firma tre storie di Lupin III. Ha scritto per Keiko Ichiguchi, Andrea Accardi, Jacopo Camagni, Giulio Macaione e Sara Colaone, pubblicando graphic novel e activity book per Edizioni Star Comics, Kappa Edizioni, Kappalab, Dargaud Benelux, Giunti Junior, Mondadori e per i Classici del Fumetto Serie Oro del quotidiano la Repubblica. Dal 2006 insegna Scrittura creativa e Narrazione per immagini all’Accademia di Belle Arti di Bologna. I suoi fumetti sono tradotti in Francia, Belgio e Spagna. Per Feltrinelli Comics ha pubblicato Le semplici cose (2019; con Andrea Accardi).

Andrea Accardi è nato a Palermo nel 1968 e si è formato in Granata Pressa Bologna, dove vive da oltre trent’anni. Ha lavorato con Onofrio Catacchio, Luca Enoch, Matteo Casali e Roberto Recchioni, con cui firma diversi volumi della serie Chanbara per Sergio Bonelli Editore. Come miglior disegnatore ha vinto nel 2004 il premio Gran Guinigi a Lucca Comics e nel 2013 il premio Attilio Micheluzzi a Napoli Comicon. Insieme a Massimiliano De Giovanni ha dato vita sulla rivista Mondo Naif ai personaggi di Matteo e Enrico, protagonisti anche della graphic novel Le semplici cose (Feltrinelli Comics, 2019).

Leggi anche: Nello studio di Andrea Accardi

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui.

Seguici sui social

53,878FansMi piace
1,639FollowerSegui
2,645FollowerSegui
19,173FollowerSegui

Ultimi articoli

Il trailer della serie “Ghost in The Shell: SAC_2045” di Netflix

Netflix ha diffuso il trailer di Ghost in The Shell: SAC_2045, la nuova serie animata basata sul manga Ghost in the Shell di Masamune Shirow.
raymond pettibon

Raymond Pettibon, tra arte e fumetto

Dalle fanzine punk alle pareti del MoMA, come Raymond Pettibon ha conquistato l'arte contemporanea passando attraverso il fumetto.

“Diario di Hanako”, la tragedia dell’Olocausto e il sogno di una riconciliazione

"Diario di Hanako" di Machiko Kyō è ambientato in un passato alternativo dove forze estremiste replicano l'Olocausto nei confronti dei giapponesi.