I 10 migliori graphic novel stranieri del 2019

Nelle Indie perigliose, di Alain Ayroles e Juanjo Guarnido (Rizzoli Lizard)

Lo sceneggiatore Alain Ayroles, noto per le serie fantasy La piuma e l’artiglio e Garulfo, e Juanjo Guarnido, disegnatore particolarmente apprezzato per Blacksad, hanno confezionato un grande racconto d’avventura. Nelle Indie perigliose prende spunto dal romanzo picaresco Vita del Pitocco dello scrittore spagnolo Francisco de Quevedo y Villegas e ne prosegue idealmente le trame narrando la seconda parte delle avventure di Pablos de Segovia. Furfante e vagabondo, lo ritroviamo in viaggio per il Nuovo Mondo. Qui Pablos andrà alla ricerca dell’Eldorado, mitologico luogo inarrivabile in cui si celano ricchezze inimmaginabili.

Il racconto si rifà totalmente alla tradizione del romanzo picaresco e mette in scena situazioni ironiche e grottesche, condite da continui ribaltamenti di scena. La trama orchestrata da Ayroles è scritta con piglio brillante e sostenuto e accompagnata da un lessico che ricerca la scrittura tipica del romanzo del 1600, ma che non scade mai nel pedante o nel prolisso. D’altra parte, i disegni di Guarnido, che ha impiegato circa tre anni per realizzare le 160 pagine che compongono la storia, restituiscono atmosfere ironiche e drammatiche, senza risparmiarsi sequenze visivamente spettacolari. Nelle sue matite risaltano in particolar modo la recitazione dei personaggi e le loro espressioni, tese a restituire la comicità e l’epica delle situazioni.

Tra indios, conquistadores, antichi miti, malefatte, trucchi e sotterfugi, la storia della rocambolesca ascesa di Pablos de Segovia da guascone a eminenza dalla signoria spagnola sa imporsi da subito come un classico moderno della bade dessinée d’avventura.

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui.