“La città delle cose dimenticate”, un film animato di Massimiliano Frezzato

film cose dimenticate frezzato

Il fumettista e illustratore Massimiliano Frezzato ha realizzato un film animato di 17 minuti basato sul suo libro La città delle cose dimenticate. Si tratta di uno dei volumi, tutti scritti e disegnati dall’autore, che compongono la collana Maledette fiabe pubblicata da Lavieri.

Il video riprende le illustrazioni presenti nel libro e le mette insieme accompagnandole con una voce narrante. La storia racconta di Sha, una città sperduta nel «deserto del tempo», nota come la città delle cose dimenticate. A governarla è un vecchio merlo che si prende cura delle cose dimenticate e di mettere in ordine tutto ciò che arriva: chiavi, giocattoli, vecchie fotografie ma anche parole, fantasmi e paure.

A Sha «le parole vengono rievocate; paure e fantasmi coccolati e nutriti come anche i sogni», si legge nella sinossi del volume. «Anche le guerre passano per Sha, perché anche quelle vengono dimenticate. Ma ogni notte Sha si rinnova: il deserto diventa un mare e tutte le case cambiano disposizione fino a quando la luna non si immerge all’orizzonte.»

I fumetti che si possono leggere gratis su Fumettologica

Il film, diretto da Frezzato assieme a Francesco Lippi, è stato descritto dall’autore come «un film di animazione senza animazione».

Massimiliano Frezzato è nato a Torino nel 1967 ed è noto per i suoi lavori dipinti e le sue storie fantastiche. In carriera ha realizzato diverse storie brevi, in parte raccolte su Bagatelle – Storie Brevi 1984-2008 (Pavesio, 2008), ma è ricordato soprattutto per I custodi del Maser, epopea fantascientifica composta da 8 albi pubblicati tra il 1996 e il 2011. Un’opera a un passo dal leggendario, per la gestazione lunghissima e la trama complicata e stramba. Oltre che per i disegni fantasiosi, tra Miyazaki e Pazienza.

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui.