Migliori Fumetti 2019 – International: Polonia

Durante il mese di marzo, Fumettologica pubblicherà ogni giorno una speciale rassegna sul meglio del fumetto mondiale nel 2019. Si tratta della traduzione, con qualche contributo inedito, del ‘best of’ che il britannico Paul Gravett – il più importante critico di fumetti europeo, definito da Neil Gaiman “The man at the crossroads” – pubblica ogni anno sul proprio sito.

La selezione è un’autentica bussola sulle novità e le tendenze soprattutto nell’ambito del graphic novel (ma non solo), è seguita da molti professionisti dell’editoria di fumetto, ed è realizzata grazie alla collaborazione di una vasta rete di corrispondenti stranieri (per l’Italia, il nostro direttore Matteo Stefanelli). Soprattutto, si tratta di una playlist utile per scoprire quali sono le opere più interessanti pubblicate in Paesi che vanno al di là dei tre mercati principali del fumetto globale – Giappone, Stati Uniti, Francia – e che quest’anno sono 15, dall’Argentina alla Corea del Sud a Singapore.

***

Polonia

Niezwyciężony [“Invincibile“], Rafał Mikołajczyk (editore: Booka)

Niezwyciężony

Un vero caso per il mercato del fumetto polacco. Un graphic novel creato nel corso di tre anni, dopo (solitamente) ore quotidiane di lavoro in agenzie pubblicitarie. Un adattamento fedele, emozionante e ricco di suspense del romanzo omonimo di Stanisław Lem, i cui lavori di fantascienza sono tornati popolari negli Stati Uniti grazie alle nuove edizioni dell’MIT Press.

Questo fumetto noir fantascientifico mostra sia un lato crime che hard sci-fi, ma anche una propensione alla filosofia. Pone domande molto attuali sulla condizione dell’uomo, sull’essenza dell’umanità e della natura umana. È permesso – e in che misura – all’umanità interferire con la natura? È giusto combattere con qualcosa che non comprendiamo? Quest’opera rappresenta una splendida popolarizzazione della cultura polacca e il nostro contributo al mondo in termini di fiction speculativa, e fantascienza in particolare.

Eileen Gray. Dom pod słońcem [“Eileen Grey. La casa sotto il sole“], Charlotte Malterre-Barthes e Zosia Dzierżawska (editore: Marginesy)

eileen gray migliori fumetti 2019 polonia

Un libro piacevolmente ispirato ad Asterios Polyp di David Mazzuchelli. Zosia Dzierżawska, insieme a un talentuoso architetto francese, ha realizzato un’interessante e pulsante biografia di una delle icone femminili dell’architettura, con i tratti di un melodramma ambientato tra le due grandi guerre. È il racconto affascinante di una donna concentrata sui propri obiettivi, che ha vissuto come ha voluto, rifiutando le convenzioni sociali e il patriarcato, diventando una grande artista e uno spirito libero. Il libro è disponibile anche in traduzione inglese per Nobrow Press.

Brom, Unka Odya (editore: 23)

brom unka odya migliori fumetti 2019 polonia

Il miglior graphic novel polacco al trentesimo International Festival of Comics and Games di Lodz. Fondamentalmente è una storia sovrannaturale sul naturalismo, che racconta di inquietanti creature che abitano le profondità dei boschi, vicino a noi. È un frivolo gioco con il linguaggio del fumetto e con la narrazione, in cui l’estetica horror o thriller viene combinata con riferimenti al folklore polacco e a creature del bestiario slavo. Per i fan di Locke and Key e di storie che hanno per protagonista la natura.

Złota kolekcja [“Raccolta oro”], Janek Koza (editore: Kultura Gniewu)

janek koza migliori fumetti 2019 polonia

È il primo volume che raccoglie le strisce di Janek Koza apparse negli ultimi anni su pubblicazioni come Polityka e Gazeta Wyborcza. Koza, noto per libri come Erotyczne zwierzenia (“Conferssioni erotiche”) e Wszystko źle (“Tutto è cattivo”), è un preciso e sensibile osservatore della nostra vita quotidiana che trasforma le sue osservazioni in piccoli fumetti dal gusto amaro ma anche alquanto divertenti. Il primo volume di Złota kolekcja contiene i seguenti argomenti, sempre attuali: la Polonia, le elezioni, il potere e il tempo.

Osiedle Swoboda – Centrum [“Residenza Libertà – Il centro”], Michał ‘Śledziu’ Śledziński (editore: Kultura Gniewu)

migliori fumetti 2019 polonia

L’atteso seguito di Osiedle Swoboda, uno dei pochi fumetti polacchi sulla vita moderna in Polonia. Questa volta, Śledziu racconta una storia ambientata ai giorni nostri. I suoi eroi, come il loro autore, stanno invecchiando e cercando di trovare il loro posto nella propria routine. Un’interessante e divertente prospettiva sulla vita contemporanea in Polonia, un po’ più nostalgico e leggero rispetto al libro precedente.

Bonus:

  • Anastazja volume 2 [“Anastasia Vol. 2”], Magdalena Lankosz & Joanna Karpowicz (editore: Kultura Gniewu)  
  • Nie przebaczaj [“Non perdonare”], Kuba Ryszkiewicz & Marianna Strychowska (editore: Kultura Gniewu)
  • Kajko i Kokosz – Nowe Przygody. Królewska konna [“Kajko e Kokosh. Le nuove avventure – Le guardie reali”], Maciej Kur & Sławomir Kiełbus & Piotr Bednarczyk (editore: Egmont
  • Sylwestki i cienie [“Silhouette e ombre”], Michał Rzecznik (editore: Wydawnictwo Komiksowe).

***

Questa selezione dei migliori fumetti 2019 pubblicati in Polonia è firmata dal critico Adrian Kinnaird. È stata pubblicata sul sito www.paulgravett.com, e la traduciamo qui con il permesso degli interessati.

Michał Chudoliński è un critico di cinema e fumetto. Chudoliński insegna cultura popolare americana, con particolare attenzione al fumetto (“La mitologia e la criminologia in Batman”; “Il canone del fumetto”), al Collegium Civitas e alla Warsaw Film School. È fondatore e curatore del blog Gotham in Rain. Ha collaborato con riviste come Polityka, 2+3D, Nowa Fantastyka, Czas Fantastyki, Charaktery ed è speaker ospite della Polskie Radio. Attualmente per la televisione polacca AKFiS TVP ed è corrispondente per il Comics Journal. È co-fondatore del Polish Science Fiction Foundation.

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui.