Per chi ha bisogno di usare una VPN: funzionamento e caratteristiche

In questo periodo di estesa quarantena e di diffuse pratiche di smartworking, per diversi professionisti e aziende, è utile organizzarsi per proteggere i dati – anche quelli delle aziende editoriali o di contenuti – mentre si spostano tra i server e i computer dei singoli lavoratori. Essere sempre connessi espone infatti anche a dei rischi, e un device connesso alla rete può essere monitorato e spiato da remoto. Inoltre, i dati trasmessi tramite Internet potrebbero essere intercettati e utilizzati da terzi per fini poco piacevoli. Una soluzione per rimediare a questi pericoli sono le Virtual Private Network. Ma come funzionano e come riconoscere quali sono alcune fra le migliori VPN? Come è possibile utilizzarle per proteggerti dai pericoli della rete? 

Che cos’è e come una funziona una VPN

Una rete virtuale privata, detta anche VPN, è un sistema di connessione nato per proteggere le informazioni sensibili di aziende che necessitano di lavorare da remoto. Inizialmente, le VPN venivano installate su server privati di grandi società per evitare che qualche malintenzionato riuscisse a rubare i dati.

Con il passare del tempo, tuttavia, visti i grandi vantaggi che una VPN consente di avere, il loro utilizzo si è diffuso anche tra utenti privati particolarmente interessati a proteggere la loro privacy. Tramite un Virtual Private Network, infatti, è possibile creare una sorta di “tunnel” in cui far passare i dati in modo nascosto.

Nella connessione Internet, generalmente stabilita tra device e sito web, si pone un terzo elemento, un server, posizionato in una nazione specifica del pianeta. Il server permette di nascondere la provenienza dei dati, camuffando l’utente reale. Inoltre, per garantire una protezione massima, ogni dato che entra o esce dal server viene criptato tramite l’utilizzo di un protocollo di crittografia.

Le chiavi di crittografia utilizzate variano tra 64, 128 o 256 bit. Questo significa che chiunque tenti di visualizzare le informazioni trasmesse, dovrà prima decifrare milioni di combinazioni possibili. Anche i computer più potenti del mondo impiegano svariati mesi prima di trovare il modo per superare dei protocolli simili.

Vantaggi di utilizzare una VPN

Installare una VPN sul proprio dispositivo permette di usufruire di una serie di vantaggi importanti come: 

Collegarsi a hotspot pubblici in modo protetto: quante volte ti è capitato di navigare su Internet usando un Wi-Fi pubblico offerto in una piazza o in una grande catena di ristoranti? Magari lo hai utilizzato per parlare con i tuoi amici sui social, per leggere le notizie recenti o per accedere al tuo internet banking. In tutti questi casi, i dati che hai trasmesso potrebbero essere stati letti e registrati da terze persone sconosciute. Una VPN consente di avere la certezza che tutti i dati siano al sicuro, a prescindere dal tipo di connessione utilizzata.

Evitare firewall di geo-protezione: ti è mai capitato di non riuscire ad accedere a un sito di streaming dall’estero? Se la risposta è sì, sappi che questo è a causa della geo-protezione. Le leggi sul copyright impongono alle società di bloccare i collegamenti provenienti da nazioni in cui non viene erogato il servizio, a prescindere che l’utente disponga di un abbonamento o meno. Per evitare di incorrere in questa situazione spiacevole quando viaggi, la soluzione è usare una VPN che ti consente di avere virtualmente l’IP di ogni nazione di cui possa avere bisogno per navigare sulla rete.

Bloccare la sorveglianza governativa: in alcune nazioni, come la Cina, Internet è sorvegliato e filtrato al fine di manipolare l’opinione comune. Se ti capita di recarti in una di queste nazioni, potresti essere costretto a rinunciare ai tuoi siti preferiti, oltre che fornire tutti i tuoi dati a dei governi poco interessati alla tutela della privacy. Una VPN ti consente di reclamare il tuo diritto alla libertà online.