La copertina di Chris Ware per il New Yorker sulla pandemia a New York

chris ware new york new yorker still life

Il numero del New Yorker del prossimo 4 maggio è dedicato alla difficile situazione sanitaria che la città di New York sta attraversando in queste settimane e presenta una copertina inedita disegnata da Chris Ware, autore dei fumetti Jimmy Corrigan e Building Stories. All’interno della rivista, autori e collaboratori descrivono istantanee della vita attuale in città, dalle strade agli ospedali, a comporre un mosaico come quello rappresentato da Ware.

I fumetti che si possono leggere gratis su Fumettologica

«Avendo vissuto a Chicago per trent’anni, ho conosciuto New York solo da visitatore, ma la amo come nessun’altra città» ha affermato l’autore. «Brulica di persone imprevedibili, posti inimmaginabili e momenti imponderabili, e lì la vita non si misura in ore ma in minuti densamente pieni che possono riempire una giornata con cose degne di una vita intera. Ultimamente, però, stando chiusi in casa per affrontare un terrore globale, il tempo ovunque sembra sbiadirsi, diventare quasi come in Ricomincio da capo, costretto in una sorta di passato prossimo. […] Ci ricorda che le cose reali della vita (la colazione, il prato, il coniuge) possono, nei periodi di normalità, essere ostruite da ansie e stupidaggini.»

Leggi anche: La copertina di Chris Ware per il New Yorker sui medici

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui.