Lucca Comics & Games 2020 si farà?

lucca comics 2020

Nel mezzo di rinvii e cancellazioni di fiere e festival a causa dell’emergenza sanitaria, l’organizzazione di Lucca Comics and Games ha comunicato che fornirà notizie definitive sull’edizione 2020 solo il prossimo giugno. In un’intervista con Lucca in diretta, Emanuele Vietina e Mario Pardini – rispettivamente direttore generale e presidente di Lucca Crea, che si occupa dell’organizzazione del festival – hanno indicato il 28 giugno come la deadline per la decisione finale, ovvero 120 giorni prima dell’apertura della manifestazione (fissata per ora al 28 ottobre).

«La verità è che in questa fase non abbiamo sufficienti informazioni per dare una risposta, né noi né, come apertamente dichiarato, il ministero della cultura» afferma Vietina. Non possiamo permetterci di essere pressappochisti, ma la sensazione è che ci sia un dibattito in atto circa la necessità di suddividere la “fase 2” in ulteriori sotto-fasi. In questo senso, sembra che gli eventi rappresentino l’ultimo momento del percorso in atto.»

La situazione, dunque, al momento è ancora molto fluida: «Noi vorremmo muoverci in anticipo per preservare l’evento e il volano sulla città: per questo lavoriamo su molteplici possibilità, investendo ore e risorse in ricerca e sviluppo. La differenza può farla il modo in cui ci arriviamo: dobbiamo essere preparati a 4-5 scenari diversi».

«Non solo esiste un piano B, ma anche i piani C, D, E e via dicendo» specifica il direttore generale parlando di soluzioni alternative. «Ingressi limitati e contenuti digital sono soluzioni ovvie, va capito quali siano le idee che ci permettono di cambiare la fisionomia dell’evento, mantenendone il successo.»

«Dati i tempi che servono per organizzare l’evento, non ci potevamo certo fermare e la macchina è andata necessariamente avanti» aggiunge Pardini. «Ci tengo però a sottolineare che se l’edizione 2020 si farà o meno non lo deciderà né Lucca Crea né il Comune. Servirà una direttiva proveniente dal governo come per tutti i grandi eventi. La speranza è che la manifestazione si tenga: significherebbe che il paese è uscito da questa fase così complessa.»

Sull’ipotesi di un cambiamento di date, è Vietina ha precisare che «non è la soluzione prevalente. Il buon funzionamento di un evento è legato al suo posizionamento ed all’economia globale del calendario degli eventi. Questo non è più il tempo delle soluzioni di piccolo cabotaggio».

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Facebook e Twitter.