È morto il fumettista americano Richard Sala

È morto all’età di sessantuno anni il fumettista americano Richard Sala. Lo ha comunicato l’editore Fantagraphics, che aveva pubblicato numerosi suoi graphic novel e col quale Sala stava lavorando finora. La causa della morte non è stata specificata.

Richard Sala

Richard Sala era attivo come fumettista sin dalla metà degli anni Ottanta. I suoi lavori sono apparsi su riviste come Raw di Art Spiegelman, Blab! e Zero Zero. Ha pubblicato oltre quindici libri a fumetti (tra i quali Blackcat Crossing, The Chuckling Whatsit, Violenzia, The Bloody Cardinal) ed era attualmente al lavoro su nuovo materiale. In Italia, Coconino Press aveva pubblicato la sua serie Delphine e Coniglio Editore il volume Peculia.

Sala si dichiarava influenzato sin da piccolo dal cinema horror e da un immaginario rétro di cui si nutriva visitando negozi di antiquariato e vecchi musei. I suoi fumetti raccontano storie horror e mistery, ed sono ricchi di scene grottesche e humor nero. L’ultimo aggiornamento del suo blog risale al 18 aprile 2020, nel quale annunciava un nuovo lavoro, un webcomic intitolato Carlotta Havoc Versus Everyone.

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui.