Gli acquerelli di Saint-Exupéry per “Il piccolo principe”

Lo scrittore e aviatore francese Antoine de Saint-Exupéry – nato il 29 giugno 1900 e morto il 31 luglio 1944 – scrisse un solo libro per ragazzi, ma quel libro – stiamo parlando ovviamente de Il piccolo principe – è uno dei più popolari al mondo (tradotto in oltre 250 lingue e dialetti).

Saint-Exupéry scrisse Il piccolo principe in francese, mentre si trovava a New York, dove era arrivato nel 1940, fuggendo dall’invasione nazista della Francia. Nel 1943 (poco dopo la pubblicazione originale del libro), prima di partire in guerra come pilota, lo scrittore lasciò all’amica Silvia Hamilton un plico contenente il manoscritto originale del libro e alcuni disegni.

Nel 1968, la Morgan Library di New York acquistò quel materiale, che oltre ai testi del romanzo conteneva molti appunti, ma soprattutto le illustrazioni originali di Saint-Exupéry realizzate ad acquarello, che andavano ad accompagnare il racconto. Nel 2017 alcuni di questi disegni furono battuti all’asta a oltre duecentomila euro l’uno.

Ecco di seguito gli acquerelli de Il piccolo principe, raccolti dal blog Brain Pickings quando nel 2014 la Morgan Library curò una mostra dedicata proprio a Saint-Exupéry.

acquerelli piccolo principe
acquerelli piccolo principe
acquerelli piccolo principe
acquerelli piccolo principe
acquerelli piccolo principe
acquerelli piccolo principe
acquerelli piccolo principe

Il piccolo principe racconta la storia di un pilota di aerei che precipita nel deserto, dove incontra un bambino che sostiene di essere un principe arrivato da un lontano asteroide. Il piccolo racconta inoltre di essere arrivato sulla Terra per cercare una pecora, che gli servirebbe per eliminare gli arbusti dal suo asteroide e salvarlo. Ha visitato molti pianeti, dove ha incontrato svariati individui, ma sente la mancanza della rosa che si trova sul suo asteroide. Finisce però morso da un serpente, e quando il giorno dopo l’aviatore non riesce a trovare il suo corpo, non gli resta che sperare che sia semplicemente riuscito a tornare nel suo regno.

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Instagram, Facebook e Twitter.